Addio roaming se sei all’estero

8 Aprile 2017
Addio roaming se sei all’estero

Abolito il roaming: per le chiamate da altri paesi dell’Unione Europea resta la tariffa nazionale del proprio operatore.

Chiamare o mandare messaggi dall’estero (o meglio da uno degli Stati dell’Unione Europea) costerà meno: il Parlamento Europeo ha finalmente adottato una risoluzione che mette al bando il roaming internazionale [1]. A partire da questa estate, e in particolare dal prossimo 15 giugno, qualsiasi compagnia del telefono che applicherà un sovrapprezzo per le chiamate estere o per i messaggini compirà un abuso in quanto il roaming si considera ormai ufficialmente abolito. In buona sostanza, i consumatori potranno telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile in altri Stati membri dell’Unione senza tariffe aggiuntive. Inoltre, approvando un accordo informale con il Consiglio ha stabilito i limiti ai prezzi all’ingrosso dell’uso della telefonia mobile.

Abolito il roaming

Chi si recherà in un qualsiasi Stato dell’UE ed effettuerà – sfruttando la linea telefonica – comunicazioni in un altro Paese sempre dell’UE non pagherà tariffe aggiuntive. Era questa la pratica del roaming che, sino ad oggi, è costata ai consumatori bollette salatissime ogni volta che, dall’estero, dovevano chiamare i propri cari. Telefonate brevissime, a volte uno solo squillo, per rassicurare “che tutto va bene”. Qualcuno, più esperto di tecnologia, individuava i punti di wi-fi libero per inviare messaggi sfruttando Whatsapp. Oggi però tutto questo è al bando: anche dall’estero si continuerà a pagare secondo il proprio piano tariffario nazionale. Insomma, come se non si fosse usciti fuori dalla nazione.

In questo modo sarà consentito ai consumatori di telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile durante la loro permanenza in altri Stati dell’UE senza dover pagare costi aggiuntivi.

Con l’approvazione, poi, dell’accordo informale tra Parlamento e Consiglio è stato stabilito il limite massimo ai prezzi all’ingrosso dell’uso della telefonia mobile che gli operatori potranno applicare ai propri clienti. Il limite è di €0,032 e non subirà variazioni fino a giugno del 2022.


note

[1] Parlamento UE risoluzione del 6 aprile 2017.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube