Breaking News Addio roaming se sei all’estero

Breaking News Pubblicato il 8 aprile 2017

Articolo di




> Breaking News Pubblicato il 8 aprile 2017

Abolito il roaming: per le chiamate da altri paesi dell’Unione Europea resta la tariffa nazionale del proprio operatore.

Chiamare o mandare messaggi dall’estero (o meglio da uno degli Stati dell’Unione Europea) costerà meno: il Parlamento Europeo ha finalmente adottato una risoluzione che mette al bando il roaming internazionale [1]. A partire da questa estate, e in particolare dal prossimo 15 giugno, qualsiasi compagnia del telefono che applicherà un sovrapprezzo per le chiamate estere o per i messaggini compirà un abuso in quanto il roaming si considera ormai ufficialmente abolito. In buona sostanza, i consumatori potranno telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile in altri Stati membri dell’Unione senza tariffe aggiuntive. Inoltre, approvando un accordo informale con il Consiglio ha stabilito i limiti ai prezzi all’ingrosso dell’uso della telefonia mobile.

Abolito il roaming

Chi si recherà in un qualsiasi Stato dell’UE ed effettuerà – sfruttando la linea telefonica – comunicazioni in un altro Paese sempre dell’UE non pagherà tariffe aggiuntive. Era questa la pratica del roaming che, sino ad oggi, è costata ai consumatori bollette salatissime ogni volta che, dall’estero, dovevano chiamare i propri cari. Telefonate brevissime, a volte uno solo squillo, per rassicurare “che tutto va bene”. Qualcuno, più esperto di tecnologia, individuava i punti di wi-fi libero per inviare messaggi sfruttando Whatsapp. Oggi però tutto questo è al bando: anche dall’estero si continuerà a pagare secondo il proprio piano tariffario nazionale. Insomma, come se non si fosse usciti fuori dalla nazione.

In questo modo sarà consentito ai consumatori di telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile durante la loro permanenza in altri Stati dell’UE senza dover pagare costi aggiuntivi.

Con l’approvazione, poi, dell’accordo informale tra Parlamento e Consiglio è stato stabilito il limite massimo ai prezzi all’ingrosso dell’uso della telefonia mobile che gli operatori potranno applicare ai propri clienti. Il limite è di €0,032 e non subirà variazioni fino a giugno del 2022.

note

[1] Parlamento UE risoluzione del 6 aprile 2017.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI