Diritto e Fisco | Articoli

Uova di Pasqua: regole sulla sicurezza delle sorprese

15 aprile 2017


Uova di Pasqua: regole sulla sicurezza delle sorprese

> Diritto e Fisco Pubblicato il 15 aprile 2017



Come faccio a sapere se le sorprese contenute nelle uova di Pasqua sono sicure?

Esistono delle normative sulla sicurezza da rispettare sulle sorprese dell’uovo di Pasqua per garantire la sicurezza dei giocattoli per i bambini fino ai 14 anni: devono essere non infiammabili, privi di bordi taglienti, le parti sporgenti che comportano rischi di perforazione devono essere protette, eventuali molle non devono essere accessibili alle mani dei bambini e non cosi piccoli da poter essere ingeriti.

Affinché le sorprese siano sicure, i giocattoli a norma vengono sottoposti a prove per verificare che i materiali che li costituiscono e i loro rivestimenti non cedano sostanze tossiche quali, per esempio, antimonio, arsenico, bario, cadmio, cromo, piombo, mercurio e selenio.

Le prove consistono nel prelevare campioni di materiale e di rivestimento dai prodotti e sottoporli ad analisi di laboratorio che simulano le situazioni di prolungato contatto con la saliva e con i succhi gastrici del bambino dopo l’eventuale ingestione.

Ma come scegliere un prodotto veramente sicuro? Innanzitutto bisognerà verificare

  • che sulla confezione sia riportata la marcatura CE (conformità europea), con la quale il fabbricante attesta la conformità del giocattolo alle prescrizioni di legge (marchio obbligatorio);
  • se poi troviamo anche il riferimento alle norme europee UNI sugli standard di sicurezza o la presenza del logo «Giocattoli Sicuri» dell’Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli allora possiamo stare veramente tranquilli.

L’etichetta deve essere apposta sul giocattolo o sul suo imballaggio, ben visibile. E ci deve essere il simbolo grafico di avvertimento sull’età per la quale il giocattolo è adatto. Tale simbolo, che deve apparire o sul giocattolo stesso o sulla confezione o nelle istruzioni per l’uso, ha infatti lo scopo di informare gli adulti, che il giocattolo potrebbe essere non adatto per un bambino di età inferiore ai tre anni per la presenza di parti smontabili e facilmente ingeribili. E ciò nonostante la presenza dell’etichetta «Giocattoli sicuri».

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI