HOME Articoli

Lo sai che? Figli vittime della criminalità: come iscriversi alle categorie protette

Lo sai che? Pubblicato il 29 aprile 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 29 aprile 2017

Papà è stato riconosciuto vittima della criminalità. Mi è stata negata l’iscrizione al centro per l’impiego nelle liste per le categorie protette, come figlia di vittima del dovere, con notevoli disagi. Perché?

In relazione al suo quesito concernente l’eventuale diritto della lettrice all’iscrizione nelle liste di collocamento obbligatorio possiamo dire quanto segue.

In astratto, ai figli dei soggetti resi permanentemente invalidi per effetto di ferite o lesioni riportate in conseguenza dello svolgersi nel territorio dello Stato di fatti delittuosi commessi per il perseguimento delle finalità delle associazioni per delinquere di stampo mafioso, è riconosciuto il diritto all’iscrizione negli elenchi del collocamento obbligatorio. In ogni caso, l’iscrizione nel predetto elenco è riconosciuta solo in via sostitutiva dell’avente diritto a titolo principale e, quindi, solo a condizione che non ne goda o non ne abbia già goduto il soggetto reso invalido per eventi di criminalità organizzata. Se, quindi, il padre della lettrice è soggetto reso invalido in conseguenza di azioni di criminalità organizzata e, sempre a condizione che non abbia goduto né goda del collocamento obbligatorio, lei avrebbe diritto all’iscrizione nelle predette liste, a prescindere dal suo stato di disoccupazione. In altri termini, se sussistono tali condizioni, il rifiuto dell’iscrizione nelle predette liste potrebbe non essere giustificato.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Massimo Cundari


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI