Business | Articoli

Quanti proprietari ha avuto un’auto usata? Ecco come scoprirlo

21 Dicembre 2016
Quanti proprietari ha avuto un’auto usata? Ecco come scoprirlo

All’acquisto dell’auto puoi sapere la verità su quanti proprietari ha avuto. Ecco come.

L’acquisto di un’auto usata è sempre un rischio e sapere quanti proprietari ha avuto quel mezzo prima di voi potrebbe essere la chiave per evitare di prendere cantonate.

Le auto sono iscritte in registri specifici, detenuti presso le motorizzazioni civili provinciali. Si tratta del Pubblico Registro Automobilistico, altrimenti detto il PRA, la cui detenzione è in capo all’ACI.

Effettuando una misura al PRA sarà possibile conoscere tutta la storia dell’auto, dall’acquisto al suo arrivo nelle vostre mani.

Perchè potrebbe essere importante conoscere la storia dell’auto?

Un primo ed importante motivo per fare una misura al PRA risiede nel controllo del venditore. Chi vi sta vendendo l’auto ne è davvero il proprietario? Non si tratta come si intende facilmente di un dettaglio secondario. La differenza tra venditore e attuale proprietario dovrebbe essere quanto meno giustificata da chi vi sta offrendo l’affare.

Come si effettua una visura al PRA?

La visura ordinaria al PRA può essere effettuata attraverso l’inserimento nel portale dell’ACI, inserendo la targa dell’automonile (e pagando gli importi dovuti per il servizio).

Attraverso la visura ordinaria potrete conoscere:

  • numero di telaio del veicolo;
  • cilindrata;
  • peso;
  • omologazione;
  • potenza;
  • data prima immatricolazione;
  • dati dell’attuale proprietario;
  • annotazioni in cui vengono riportati dati importanti per il veicolo come ad esempio il numero dei precedenti;
  • proprietari ed eventuali ipoteche e pignoramenti che pesano sul veicolo.

Chi vuole comprare un veicolo usato dovrà tenere naturalmente in particolare considerazione tutte le annotazioni, oltre ai proprietari che l’auto ha avuto nel tempo, sarà difatti possibile sapere se pendono su di esso fermi amministrativi, ipoteche o pignoramenti.

Come pagare la visura al PRA

La misura può essere pagata come segue:

  • Tramite il Nodo Dei Pagamenti – SPC, scegliendo il Prestatore di Servizi di Pagamento (es. una banca o un altro istituto di pagamento) e relativo servizio da questo offerto (es. addebito in conto corrente, carta di credito, bollettino postale elettronico);
  • con carta di credito previa autorizzazione della società proprietaria della carta (il relativo rilascio del numero di autorizzazione verrà comunicato all’interessato).

note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube