Diritto e Fisco | Articoli

Canone Rai in due case diverse: come non pagare doppio?

30 aprile 2017


Canone Rai in due case diverse: come non pagare doppio?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 30 aprile 2017



Abito in affitto a Roma dove ho la residenza e pago regolarmente il canone tv. Spesso mi reco a Napoli dove il canone tv è rimasto intestato a mio padre ma continuo a pagare io a suo nome. Che fare per non pagare doppio?

Per evitare di dover pagare il canone di abbonamento televisivo anche per l’abitazione di Napoli, si consiglia di:

  • inviare all’Agenzia delle Entrate – Direzione provinciale di Torino – Ufficio territoriale I di Torino – Sportello S.A.T.- Casella postale 22 – 10121 Torino (To) la disdetta dell’abbonamento radio televisivo intestato al padre del lettore, comunicando la data ed il luogo del decesso e allegando certificato di morte; il lettore farà bene ad inviare uguale comunicazione anche alla società che fornisce energia elettrica nell’appartamento di Napoli (in mancanza di questa comunicazione, infatti, sulla bolletta della fornitura di energia elettrica – intestata al suo genitore deceduto – verrà addebitato il canone Rai);
  • si consiglia al lettore anche di effettuare la voltura a suo nome, e come seconda casa, del contratto di fornitura di energia elettrica dell’appartamento di Napoli (in questo modo la società che fornisce energia elettrica nell’appartamento di Napoli non potrà addebitare in bolletta il canone Rai perché egli già lo paga per l’immobile che conduce in affitto e dove ha la residenza anagrafica).

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI