HOME Articoli

Lo sai che? Si può fare causa contro ignoti?

Lo sai che? Pubblicato il 13 aprile 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 13 aprile 2017

Se sei stato vittima di un reato e non conosci il responsabile, puoi presentare una querela contro ignoti.

Molto spesso capita di subire un sopruso (come un furto, una rapina, una diffamazione attraverso internet ed altro) e di non sapere chi sia il colpevole. Questo non deve scoraggiarci, perché la legge ci consente di fare causa anche contro ignoti (ovvero di sporgere una querela contro un soggetto da identificare). Naturalmente il fatto che l’autore  del reato non sia espressamente identificato nell’atto di querela rende molto più difficile l’indagine, per cui dobbiamo cercare di chiarire la dinamica del fatto con dovizia di particolari. Ma vediamo come si può fare causa contro ignoti.

La denuncia

La denuncia (o querela) è il mezzo attraverso il quale un soggetto segnala alla procura della Repubblica, o agli organi competenti, un fatto illecito, ovvero un reato.

La denuncia può essere presentata in forma orale o con atto scritto; quest’ultimo sarà firmato dal denunciante direttamente all’atto della presentazione, in modo da consentire la sua identificazione da parte del pubblico ufficiale che la riceve.

In sintesi, il denunciante, può scegliere se recarsi alla stazione di polizia o dai carabinieri:

  • con una denuncia già scritta (che lì provvederà solo a firmare);
  • senza denuncia e, quindi, esporre oralmente i fatti accaduti, facendoli verbalizzare dal pubblico ufficiale (il quale, alla fine della verbalizzazione, provvederà a farla rileggere al denunciante ed a fargliela sottoscrivere). Ogni dettaglio può essere fondamentale per arrivare alla punizione (o meglio al processo) del colpevole.

 

Cosa accade se non conosco il colpevole?

Se sei stato vittima di un reato ma non sai esattamente chi l’ha commesso, puoi comunque denunciare ciò che ti è accaduto (cioè fare causa contro ignoti); dovrai raccontare nel dettaglio, alle forze dell’ordine, il fatto che intendi denunciare in modo da consentire loro di utilizzare il maggior numero di elementi per la ricerca del colpevole (anche se, è chiaro, che sarà difficile).

Facciamo un esempio per essere ancora più chiari.

Se subisci il furto dello scooter che avevi parcheggiato sotto casa tua e non hai idea di chi possa essere stato:

  • se hai visto il ladro, puoi almeno descriverlo in ogni dettaglio (pur non potendo indicare chi sia);
  • se non hai visto il ladro, ma la strada in cui era parcheggiato il motorino è video sorvegliata, puoi produrre la registrazione (o chiedere alle forze dell’ordine di acquisire il video) in modo da poter identificare il responsabile;
  • se non hai visto il ladro, e non ci sono né testimoni né telecamere che possano aiutarti a capire chi sia, puoi solo rappresentare il fatto e sperare che, in qualche modo, le forze dell’ordine riescano a trovare il responsabile (perché magari è già noto per furti di numerosi motorini).

In ogni caso, anche se il riconoscimento è difficile o addirittura impossibile, puoi fare causa contro ignoti e la polizia farà le sue indagini.

Come si presenta  la querela verso ignoti?

La querela contro ignoti si presenta nelle stesse forme di quella contro noti; segue le stesse regole e gli stessi limiti, anche temporali.

Anche se spesso non porta ad alcun risultato, la denuncia contro ignoti può creare un clima d’allerta e, quindi, maggiore attenzione da parte delle forze dell’ordine.

Quando più persone, ad esempio, denunciano furti avvenuti in uno stesso quartiere, la polizia e i carabinieri cominciano a pattugliare quella zona con maggiore attenzione: anche questo può essere un buon risultato.

Puoi sempre denunciare un fatto illecito che ti è accaduto, anche se non sei in grado di dire chi sia il responsabile perché non lo hai visto o perché, pur avendolo visto, non hai idea di chi sia.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI