Diritto e Fisco | Articoli

Placcato oro e non oro: che rimedi?

14 aprile 2017


Placcato oro e non oro: che rimedi?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 aprile 2017



Compro un oggetto credendo sia d’oro e, invece, è solo placcato in oro. Posso chiedere i soldi indietro? 

Sì, ma a determinate condizioni. Il codice civile consente di annullare il contratto entro 5 anni se questo è stato concluso a causa di un errore sul processo formativo della volontà, ossia se la volontà è viziata per un mio errore. Ad esempio, se acquisto un bene credendo che esso abbia determinate caratteristiche e invece non le ha, posso annullare il contratto. È però necessario che:

  • il mio errore sia riconoscibile al commerciante: per esemplificare, il commerciante deve aver messo l’oggetto in una vetrina piena di oggetti d’oro favorendo l’equivoco oppure deve aver compreso, dalle mie parole, che sono caduto in errore ritenendo di avere tra le mani un oggetto d’oro;
  • la caratteristica dell’oggetto (che invece non sussiste) deve essere stata la ragione unica per cui ho concluso un contratto: ad esempio devo comprare un oggetto per un’occasione e ho chiesto esplicitamente che sia d’oro.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI