Reis, arriva il reddito d’inclusione sociale

18 Apr 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 Apr 2017



Nuovo reddito d’inclusione sociale per le famiglie: da 448 euro al mese se l’Isee non supera 6.000 euro.

Nonostante sia divenuto operativo di recente, sta per essere accantonato il Sia, il sostegno d’inclusione attiva, sostituito dal nuovo reddito d’inclusione sociale, il Reis: si tratta di una prestazione mensile, che può arrivare all’ammontare dell’assegno sociale, collegata allo stato di povertà e finalizzata all’inserimento economico e sociale delle famiglie maggiormente svantaggiate.

La misura è molto simile al Sia, ma è rivolta a una platea più ampia di beneficiari, in quanto, per ottenerla, sarà sufficiente un reddito Isee non superiore a 6.000 euro. Il Reis, come il Sia, sarà condizionato dalla ricerca attiva di lavoro, dalla formazione e riqualificazione di tutti i membri del nucleo familiare beneficiario: il sostegno, difatti, non è un’elemosina fine a sé stessa, ma il suo scopo è quello d’includere nella società i cittadini più poveri, dandogli modo di partecipare attivamente al mercato del lavoro.

Ma procediamo per ordine e cerchiamo di capire, in base a quanto attualmente reso noto, come funzionerà il Reis, quali sono i requisiti per averne diritto e qual è il programma da rispettare.

Reis: come funziona

Il Reis, il reddito d’inclusione sociale, è un beneficio economico disponibile per le famiglie in situazione di povertà che abbiano l’Isee, cioè l’indicatore della situazione economica della famiglia (si tratta di un indice che “misura la ricchezza” della famiglia) non superiore a 6.000 euro. L’Isr, invece, l’indicatore della situazione reddituale, non deve superare i 3.000 euro.

Il Reis non è una misura meramente assistenziale: per ottenere l’agevolazione è necessario che tutti i membri della famiglia beneficiaria partecipino attivamente a un programma di formazione, di riqualificazione e di ricerca attiva di un impiego.

Reis: ammontare

Il Reis, nel 2017, sarà calcolato sulla differenza tra il reddito disponibile e la soglia di riferimento Isr, ossia, la componente reddituale dell’Isee che tiene conto della scala di equivalenza: nel dettaglio, dovrà coprire il 70% della differenza così calcolata. In ogni caso il Reis non potrà essere inferiore all’importo dell’assegno sociale, che per il 2017 è pari a 448,07 euro mensili. Molto probabilmente la misura potrà essere integrata dalle Regioni, mentre sarà ridotta se i beneficiari percepiscono altre misure assistenziali, ad eccezione dell’assegno di accompagnamento.

Reis: programma d’inclusione attiva

Per ottenere il Reis, come anticipato, l’intera famiglia deve partecipare a un programma di inclusione attiva: deve, cioè, aderire a un progetto che prevede la formazione e la riqualificazione di tutti i componenti del nucleo e la ricerca attiva di lavoro.

In particolare, firmando il progetto d’inclusione, tutti i membri della famiglia beneficiaria del Reis dovranno impegnarsi a svolgere determinate attività, come:

  • presentarsi alle convocazioni dei servizi sociali del Comune responsabili del progetto; il preavviso, per le convocazioni, va da un minimo di 24 a un massimo di 72 ore;
  • cercare attivamente lavoro;
  • aderire a iniziative per il rafforzamento delle competenze nella ricerca attiva di lavoro;
  • aderire a iniziative di carattere formativo o ad altre iniziative di politiche attive o di attivazione;
  • accettare le offerte di lavoro congrue;
  • assicurare la frequenza e l’impegno scolastico (se minori di 18 anni);
  • mettere in atto comportamenti di prevenzione e cura volti alla tutela della salute.

In caso di reiterati comportamenti inconciliabili con gli obiettivi del progetto da parte dei componenti del nucleo familiare beneficiario e nei casi stabiliti dai singoli provvedimenti comunali, i Comuni potranno revocare o escludere il beneficio.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

4 Commenti

  1. Non capisco perché a me non mi spetta niente. Perché nel 2016 avevo superato il reddito . Ma sono 14 mesi a reddito 0. Se ricevette vi ringrazio per ulteriori informazioni

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI