Diritto e Fisco | Articoli

Delega alla banca per il pagamento delle tasse: cartella nulla

19 aprile 2017


Delega alla banca per il pagamento delle tasse: cartella nulla

> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 aprile 2017



La delega alla banca per il pagamento delle imposte sui redditi rende nulla la cartella esattoriale per il mancato versamento degli importi.

Chi delega la banca al pagamento delle imposte sui redditi può stare tranquillo: se anche l’istituto di credito non provvede, l’eventuale cartella di pagamento è nulla. Lo ha chiarito la Cassazione con una sentenza pubblicata poche ore fa [1]. Secondo la Corte, infatti, nel momento il cui il contribuente commissiona all’istituto di credito il versamento dell’imposta, si libera del debito definitivamente.

La legge [2] consente al contribuente il versamento dell’imposta sui redditi con delega alla banca. Stesso discorso per l’Iva [3]. «Tale delega – si legge nella sentenza in commento – è modalità di pagamento e pertanto libera il delegante, estinguendo il debito d’imposta, con la contestuale costituzione a carico della delegata di un’obbligazione distinta, avente ad oggetto la devoluzione alla tesoreria dello Stato della somma ricevuta».

Pertanto la cartella di pagamento eventualmente emessa dall’Agente della Riscossione può essere annullata quando il contribuente dimostra di aver dato delega alla banca per il versamento delle imposte. Da quel momento, infatti, viene meno il debito fiscale.

Ricordiamo che il pagamento delle imposte può avvenire con addebito sul conto corrente del contribuente. La banca ottiene una preventiva autorizzazione dall’interessato ed esercita un’apposita opzione al momento dell’invio telematico del modello. Dopo l’invio, la banca consegna ai clienti le ricevute che attestano l’esito dell’invio del file contenente gli F24 trasmessi telematicamente e le corrispondenti quietanze comprovanti l’avvenuto pagamento.

note

[1] Cass. sent. n. 9811/17 del 19.04.2017.

[2] Art. 13 L. n. 751/1976; art. 5 L. n. 657/1986, art. 17 L. n. 576/1975.

[3] Art. 12 della l. n. 751/1976.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI