Business | Articoli

Stress lavoro correlato e burn-out, quali differenze?

24 Dicembre 2016
Stress lavoro correlato e burn-out, quali differenze?

Stress lavoro correlato e sindrome Burn-out: differenze importanti per fenomeni con la stessa origine. 

Esiste una definizione chiara di cosa sia lo stress lavoro correlato. Noi la forniamo nel nostro approfondimento Cos’è lo Stress Lavoro Correlato, che ti consigliamo di consultare.

In ogni caso la condizione di lavoratore sottoposto a stress eccessivo potrebbe essere confusa con quella del lavoratore che diventi oggetto della sindrome del burn-out.

Le differenze invece sono sostanziali. Vediamole.

Cos’è il Burn-out?

Si definisce burn-out la condizione – patologica – derivante dal processo di stress che colpisce le persone che esercitano professioni d’aiuto.

Si presenta la sindrome del burn-out quando il lavoratore non è in grado di rispondere agli stress eccessivi e alle eccessive responsabilità che la loro professione li porta ad assumere.

Già in queste poche righe dunque la prima differenza: lo stress è una condizione che non è di per sé patologica, ma che può essere il tramite o la causa stessa di una condizione patologica, che nel campo delle professioni “di aiuto” porta come conseguenza alla sindrome del burn-out.

Conosciuto già dagli anni ’70, il fenomeno del burn-out è un risultato patologico complesso (nel senso che deriva dalla commistione dello stress con le reazioni individuali e soggettive).

Altra caratteristica, come abbiamo accennato, è che è un fenomeno limitato ad alcune tipologie di professioni. Vediamo quali.

Quali sono le professioni a rischio burn-out?

Sono a rischio burn-out tutte le professioni il cui scopo è quello di aiutare altre persone, dunque ad esempio medici, ma anche infermieri e assistenti sociali e ancora gli avvocati, o anche i sacerdoti, ad esempio. La causa del fenomeno risiede nel fatto che il soggetto immedesimandosi eccessivamente nei confronti degli individui oggetto della attività professionale, finisce per farsi carico in prima persona dei loro problemi e non riesce più a distinguere tra la loro vita e quella propria.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube