Diritto e Fisco | Articoli

Quali atti giuridici si possono compiere a 16 anni?

20 aprile 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 20 aprile 2017



Una guida per comprendere quale tipo di atti possa compiere e quali responsabilità possa assumersi un sedicenne. 

Se ci si chiede quali atti giuridici si possono compiere a 16 anni la risposta è che a 16 anni è possibile sposarsi ed anche esercitare un’impresa commerciale. La legge [1] infatti stabilisce che il tribunale, su istanza dell’interessato che abbia compiuto i 16 anni, possa ammetterlo a contrarre matrimonio una volta che ne abbia accertato la maturità psico–fisica e la fondatezza delle motivazioni.

Il tribunale decide, una volta sentito il pubblico ministero e i genitori (o il tutore), con decreto che viene comunicato agli sposi, ai genitori  e al pubblico ministero e che acquista efficacia se contro di esso non viene proposto reclamo alla corte di appello entro dieci giorni dalla comunicazione.

Pertanto, alla domanda quali atti giuridici si possono compiere a 16 anni si può più in dettaglio cominciare a rispondere dicendo che il minorenne che ha compiuto i 16 anni può, alle condizioni sopra indicate, contrarre matrimonio (con un maggiorenne o anche con altro minorenne che abbia compiuto anch’esso i 16 anni) e per effetto del matrimonio contratto assumere lo stato giuridico di persona emancipata [2].

La persona emancipata ha, per legge [3], come curatore il proprio coniuge (se questi è maggiorenne), oppure preferibilmente uno fra i genitori, se il coniuge è minorenne.

E, una volta che sia emancipato come conseguenza del matrimonio, il minore di 16 anni può compiere da solo tutti gli atti che non eccedono l’ordinaria amministrazione (ad esempio fare acquisti di entità economica contenuta stipulando i relativi contratti come, ad esempio, quelli relativi ai beni mobili necessari per l’uso del minore, per l’economia domestica e per l’amministrazione del patrimonio).

Per gli atti, invece, che eccedono l’ordinaria amministrazione il minorenne emancipato, per poterli compiere, dovrà avere il consenso del curatore e l’autorizzazione del giudice tutelare (è il caso di acquisti di beni anche mobili di entità economica rilevante, della riscossione di capitali, dell’accettazione o della rinuncia all’eredità, dell’accettazione di donazioni o legati soggetti a pesi o donazioni, della stipula di locazioni di immobili della durata superiore ai nove anni o che si prolunghino oltre un anno dopo il raggiungimento della maggiore età).

Sarà invece sufficiente l’assistenza del curatore per riscuotere i capitali sotto condizione di un idoneo impiego e per stare in giudizio sia come attore che come convenuto.

Il minorenne emancipato, poi, deve avere il consenso del curatore e l’autorizzazione del tribunale su parere del giudice tutelare (se il curatore non è il genitore), per alienare beni (salvo i mobili soggetti a facile deterioramento), costituire pegni o ipoteche, procedere a divisioni o promuovere i relativi giudizi, fare compromessi e transazioni  o accettare concordati [4].

Il panorama di quali atti giuridici si possono compiere a 16 anni non sarebbe completo se non aggiungessimo che il minorenne emancipato può anche esercitare un’impresa commerciale (senza l’assistenza del curatore) se a questo sia autorizzato dal tribunale, previo parere del giudice tutelare e sentito il curatore [5].

Chiaramente la norma ha lo scopo di consentire al minore emancipato di raggiungere anche quell’autonomia economica necessaria per poter sostenere la sua famiglia appena nata.

Il minorenne emancipato che sia stato autorizzato ad esercitare un’impresa commerciale può compiere da solo anche gli atti che eccedono l’ordinaria amministrazione e anche se estranei all’esercizio dell’impresa.

Infine, il minore emancipato può chiaramente abbandonare la casa dei genitori [6] e vivere autonomamente con il proprio coniuge.

note

[1] Art 84 cod. civ.

[2] Art. 390 cod. civ.

[3] Art. 392 cod. civ.

[4] Art. 375 cod. civ.

[5] Art. 397 cod. civ.

[6] Art. 318 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI