Diritto e Fisco | Articoli

Evasione fiscale: prescritta se anteriore al 2011


Evasione fiscale: prescritta se anteriore al 2011

> Diritto e Fisco Pubblicato il 23 aprile 2017



Termini entro cui l’Agenzia delle Entrate può accertare un’evasione fiscale: la prescrizione del diritto al controllo sui redditi del contribuente.

Chi non ha indicato, nella dichiarazione dei redditi del 2011 o in quelle precedenti, un compenso percepito da un’altra persona, non potrà più ricevere un accertamento fiscale. Si è infatti compiuta la prescrizione del diritto dell’Agenzia delle Entrate al controllo sui redditi passati, ossia di quelli dichiarati fino a tale data e, dunque, il contribuente potrà stare tranquillo perché non sarà soggetto a sanzioni o a richieste di chiarimenti. In altre parole le eventuali irregolarità del 2011 o anteriori sono tutte “sanate”. È questo l’effetto dell’applicazione delle vecchie norme sull’accertamento dei redditi, norme che però sono di recente cambiate e che prevedono, per tutte le evasioni successive al 1° gennaio 2016, termini più lunghi e favorevoli al fisco. Ci sono ancora quattro anni, quindi, per godere del termine di prescrizione più favorevole al contribuente.

Vediamo nel dettaglio quali annualità non possono essere più oggetto di accertamento fiscale.

Se hai letto il nostro articolo Evasione fiscale, entro quanto tempo l’accertamento? Avrai certamente chiaro il termine entro cui deve intervenire un accertamento dell’Agenzia delle Entrate, termine diverso a seconda che tu non abbia riportato, nella dichiarazione dei redditi, un compenso percepito oppure che tu abbia omesso del tutto di presentare la suddetta dichiarazione. In particolare, per tutte le evasioni commesse fino al 31 dicembre 2015:

l’accertamento fiscale dell’omessa indicazione di un compenso nella dichiarazione dei redditi deve intervenire entro il 4° anno successivo alla presentazione della dichiarazione stessa;

se però non l’evasione consiste nell’omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, l’accertamento fiscale deve intervenire entro il 5° anno successivo a quello in cui la suddetta dichiarazione sarebbe dovuta intervenire.

Invece per le evasioni commesse dal 1° gennaio 2016 in poi (data a partire dalla quale sono cambiate le regole, accordando più tempo al fisco per i controlli):

  • l’accertamento fiscale dell’omessa indicazione di un compenso nella dichiarazione dei redditi deve intervenire entro il 5° anno successivo alla presentazione della dichiarazione stessa;
  • se però non l’evasione consiste nell’omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, l’accertamento fiscale deve intervenire entro il 7° anno successivo a quello in cui la suddetta dichiarazione sarebbe dovuta intervenire.

Ne consegue che, a partire dal 1° gennaio 2017, si sono prescritte tutte le evasioni commesse oltre il 4° anno successivo a quello della presentazione della dichiarazione dei redditi: in pratica si tratta delle evasioni del 2011 o anteriori. Se invece, il contribuente non ha presentato la dichiarazione dei redditi, la prescrizione si è compiuta per gli anni fino al 2010.

A partire dal 1° gennaio 2018 si prescriveranno le evasioni commesse fino al 2012, mentre per l’omessa dichiarazione si parla delle condotte fino al 2011.

Se nel 2016 hai percepito un reddito e, dovendolo dichiarare nella dichiarazione dei 2017 non lo hai fatto, l’accertamento deve intervenire entro massimo il 31 dicembre 2022 (il termine infatti è quello più lungo di 5 anni); per cui il contribuente potrà stare tranquillo a partire dal 1° gennaio 2023.

Se quest’anno hai percepito un reddito e non hai emesso fattura o scontrino, l’accertamento potrà avvenire entro il 2023. Dopo tale data scatta la prescrizione.

Il tutto è riportato nel seguente schema

Termini di accertamento per le dichiarazioni dei redditi e Iva
Periodo d’imposta
Anno di presentazione della dichiarazione
Termine per l’accertamento se la dichiarazione è stata presentata ma in modo incompleto
Termine per l’accertamento in caso di omessa presentazione della dichiarazione
2011 2012 2016 2017
2012 2013 2017 2018
2013 2014 2018 2019
2014 2015 2019 2020
2015 2016 2020 2021
2016 2017 2022 2024
2017 2018 2023 2025

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI