Diritto e Fisco | Articoli

Professionisti condannati se suggeriscono come nascondere i beni ai creditori


Professionisti condannati se suggeriscono come nascondere i beni ai creditori

> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 ottobre 2012



Commettono reato di bancarotta il commercialista e l’avvocato che suggeriscono all’imprenditore come nascondere i beni ai creditori.

Il professionista che, con le proprie consulenze, aiuti l’imprenditore a nascondere i beni dell’azienda ai creditori è responsabile di bancarotta.

È un orientamento costante quello appena espresso dalla Cassazione [1], che ha condannato il liquidatore e il suo commercialista per bancarotta, in quanto avevano condotto la ditta, in modo preordinato, sulla via del fallimento.

Secondo i giudici, i commercialisti o gli avvocati che siano consapevoli delle intenzioni dell’imprenditore (o degli amministratori) di occultare i beni ai creditori e, a tal fine, forniscano le proprie consulenze professionali per perseguire tale scopo, concorrono nel reato di bancarotta fraudolenta.

Le condotte dei professionisti additate dalla Cassazione come illecite possono consistere nella semplice redazione dei contratti di vendita; nello svolgimento di attività dirette a garantire l’impunità; oppure nel rafforzare, con le proprie preventive assicurazioni, l’altrui proposito criminoso.

note

[1] Cass. sent. n. 39988 del 9.10.2012.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI