Business | Articoli

Cinture sicurezza obbligatorie in gravidanza: come usarle

29 Dicembre 2016
Cinture sicurezza obbligatorie in gravidanza: come usarle

Le cinture sono sempre obbligatorie, portarle anche in gravidanza non danneggia il bimbo ed è dovere delle future madri, ecco perchè.

Chi pensa che le cinture di sicurezza non siano obbligatorie in gravidanza commette due errori: un primo errore generalmente è legato alla presunzione che durante il periodo di gestazione indossare la cintura possa danneggiare il feto. Un secondo errore è legato alla convinzione che il codice della strada permetta per le donne incinta di non indossare la cintura proprio per preservare le condizioni del bimbo.

Niente di più errato, e niente di più pericoloso, sia da un punto di vista della salute, sia da un punto di vista economico, stante che questa violazione potrebbe anche portare ad una multa.

Vediamo allora di fare chiarezza a beneficio delle tasche delle automobiliste, ma soprattutto a beneficio della loro salute e della salute dei piccoli in arrivo.

Usare le cinture in gravidanza: cosa fare? 

Le cinture di sicurezza sono obbligatorie sempre e per tutti, anche durante la gravidanza. Questo principio può essere derogato solo nel caso in cui il ginecologo abbia stabilito che la donna gestante versa in condizioni di rischio particolari.

Questa è dunque l’unica casistica nella quale è possibile derogare ad un obbligo che tuttavia è a tutela assoluta non solo della gestante ma anche del bimbo.

Non c’è alcuna evidenza del fatto che portare le cinture sia difatti rischioso per le donne incinta, anzi c’è evidenza del contrario. In caso di grave incidente la mortalità materna passa dal 4% in condizioni di cintura agganciata al 33% nel caso di cintura non agganciata.

Le cinture vanno indossate durante tutti i nove mesi di gravidanza, finanche nel giorno del parto. É certamente opportuno comunque prendere alcune precauzioni nel posizionamento della cintura. Ecco di seguito qualche suggerimento.

Cintura di sicurezza in gravidanza: come posizionarla

La cintura di sicurezza durante la gravidanza deve essere posizionata al di sotto del pancione per quanto riguarda il segmento orizzontale, dunque sulla parte alta delle gambe. Il segmento trasversale deve invece stare sopra una spalla e attraversare il petto in diagonale tra i due seni.

Questo posizionamento della cintura permette di viaggiare in sicurezza e senza particolari disagi. Il bimbo viene protetto dagli urti e lo stesso accade per utero e sacca amniotica che a loro volta proteggono il feto.

Occhio invece a non mettere la cintura a metà della pancia eventuali danni in quel caso potrebbero sì provocare danni alla placenta e al bimbo.

Codice della strada: le cinture di sicurezza in gravidanza

La cintura di sicurezza durante la gravidanza secondo il codice della strada è obbligatoria [1]. Una deroga è ammessa solo nel caso in cui il ginecologo curante certifichi le “condizioni di rischio particolari” per il parto, assumendosi di conseguenza la responsabilità professionale, civile ed eventualmente penale della decisione di esonerare la gestante dall’uso delle cinture di sicurezza.

Il certificato va sempre portato con sé in caso di deroga dall’uso delle cinture. Chi si trovasse sprovvista, difatti, e venisse fermata con le cinture di sicurezza sganciate, rischierebbe una multa da 80 a 323 euro.


note

[1] Cod. str. art. 172. c.3: «sono esentati dall’obbligo di indossare le cinture di sicurezza: le donne in stato di gravidanza, sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi indicazioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture di sicurezza».


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube