HOME Articoli

Lo sai che? Imprese artigiane: come funziona il premio Inail?

Lo sai che? Pubblicato il 19 maggio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 19 maggio 2017

Una società consortile a responsabilità limitata formata da 4 ditte individuali artigiane edili deve pagare il premio Inail dei 4 soci (quindi il doppio), avendolo già pagato singolarmente?

La legge [1] definisce le funzioni dell’imprenditore artigiano, le attività che possono essere svolte all’interno dell’impresa artigiana e le forme che tale impresa può assumere statuendone inoltre i limiti riguardanti le dimensioni.

L’impresa artigiana può essere costituita ed esercitata anche nelle forme di società a responsabilità limitata con un unico socio o società in accomandita semplice, sempre che esistano i requisiti dimensionali, soggettivi, ossia relativi all’imprenditore artigiano, e oggettivi, ossia relativi all’attività esercitata, previsti dalla legge [2].

È possibile costituire imprese artigiane anche nella forma di società a responsabilità limitata pluripersonale [3].

È impresa artigiana, in particolare, l’impresa contraddistinta dai seguenti elementi:

  • il ruolo preponderante dell’artigiano, che deve prestare in misura prevalente il proprio lavoro anche manuale nel processo produttivo; deve comunque essere in possesso di tutti i requisiti tecnico-professionali previsti dalle leggi speciali;
  • l’oggetto dell’impresa, che oggi può essere costituito da qualsiasi attività di produzione di beni, anche semilavorati o di prestazioni di servizi; sono escluse le attività agricole e le attività di prestazione di servizi commerciali, di intermediazione nella circolazione dei beni o ausiliarie di queste ultime, di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, salvo il caso che siano solamente strumentali e accessorie all’esercizio dell’impresa.

L’Inail ha riassunto le linee guida relative all’assicurabilità dell’imprenditore artigiano, analizzando i vari casi. In particolare, ha evidenziato che l’artigiano che svolge la medesima attività in via autonoma e in qualità di socio lavoratore di una società artigiana, realizza due specifiche situazioni che fanno sorgere due distinti rapporti assicurativi. Pertanto, se uno dei soci della società è iscritto all’albo delle imprese artigiane ovvero, pur in mancanza dell’iscrizione all’albo, esercita personalmente ed abitualmente, anche se non in via prevalente, attività oggettivamente artigianale, in presenza dei requisiti di legge, si applicheranno due premi speciali unitari distinti anche in presenza di identica lavorazione svolta dal medesimo soggetto, ossia uno per quella esercitata in qualità di imprenditore artigiano autonomo ed un altro per quella prestata in qualità di socio di una società artigiana. In altre parole, la presenza di due situazioni lavorative distinte, seppur analoghe, implica l’obbligo di pagamento dei due premi assicurativi.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Rossella Blaiotta

note

[1] L. n. 443 dello 08.08.1985.

[2] L. n. 133 del 20.05.1997.

[3] L. n. 57 dello 05.03.2001.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI