Tech Pec, cosa è e come averla gratis

Tech Pubblicato il 1 maggio 2017

Articolo di




> Tech | Cos'è Tech? Pubblicato il 1 maggio 2017

Ecco i migliori servizi che ci permettono di avere una casella di posta elettronica certificata gratis.

La Pec (Posta Elettronica Certificata) è un sistema che ci permette di inviare messaggi di posta elettronica che hanno lo stesso valore legale delle raccomandate con ricevuta di ritorno. In altre parole la Pec può essere utilizzata al posto delle raccomandate e dei fax perché il gestore del servizio permette al mittente del messaggio di avere una ricevuta che attesta l’avvenuta spedizione e che può essere utilizzata come prova legale.

Quando si invia un messaggio attraverso la Pec si ha quindi la certezza che è stato spedito, che è stato ricevuto e che il suo contenuto non è stato modificato. Il gestore del servizio fornisce al mittente una ricevuta con data e ora di spedizione, ricevuta che può essere recuperata, anche nel caso andasse persa, chiedendone una copia sempre al gestore che è obbligato a conservarla per almeno 30 mesi.

La legge n. 2 del 28 gennaio 2009 sancisce l’obbligo di avere la PEC per imprese, aziende, liberi professionisti e Pubbliche Amministrazioni, ma può essere utilizzata anche da privati e associazioni. La Posta Elettronica Certificata può essere utilizzata per inviare circolari e direttive, ordini, contratti, fatture, convocare consigli, assemblee, giunte o per comunicare con le Pubbliche Amministrazioni.

Perché il messaggio inviato con la Pec abbia valore legale, deve essere inviato a sua volta a una casella di Posta Elettronica Certificata. Lo si può anche inviare a una casella di posta ordinaria: in questo caso il messaggio viene ugualmente recapitato ma si perde il valore legale.

Per trovare un indirizzo di Pec si può utilizzare l’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata istituito da Ministero dello Sviluppo Economico e disponibile liberamente al seguente indirizzo.

Ci sono diversi gestori che offrono la Pec: l’elenco completo può essere recuperato al seguente indirizzo. In genere il servizio di Pec è a pagamento. Aruba PEC (www.pec.it), ad esempio, offre diversi piani di abbonamento a partire da €5+Iva annui.

Ci sono però anche gestori che consentono di avere una Pec gratis per un certo numero di mesi. Register.it offre la possibilità di avere gratis la Pec Agile (www.pec.gratis/) per 3 mesi. Allo scadere il canone è di 24,90 euro/anno.

La Pec Legalmail (www.legalmail.it), invece, può essere provata gratuitamente per 6 mesi. Allo scadere dell’offerta il costo sarà di €39 +IVA per ogni anno.

Infine si può provare il servizio SpazioPec (www.spaziopec.it) che offre il pacchetto Standard gratis per un anno, e poi a €9,90 gli anni successivi.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

8 Commenti

  1. Salve vorrei sapere in quanto tempo il ricevente della pec e tenuto a rispondere.
    Perchè vede: ho inviato diverse pec e anche a distanza di 2 anni non ho ottenuto risposta.
    Altre a distanza di mesi ,niente
    Per quello che so ce un tempo massimo obbligatorio di tempo per rispondere pena denuncia.
    Mi può togliere questo dubbio.
    Grazie

    1. @PINNA MAURIZIO: Se la pec non viene aperta quindi letta, non riceverà nessuna conferma di lettura ma solo la ricevuta presa in carico da parte del server, l’equivalente delle poste per una raccomandata postale. In buona sostanza, è come se il destinatario di una raccomandata postale tradizionale non la ritirasse nonostatnte gli avvisi di giagenza, magari perché domiciliato altrove o in vacanza o per altri motivi, stessa cosa per la Pec, il destinatario potrebbe aver rotto il pc o aver dimenticato la password o semplicemnte non vule leggerla; quindi la conferma di lettura equivale al cedolino con firma del destinatario della raccomandata AR tradizionale. Di conseguenza, se il destinatario non legge il contenuto della raccomandata o pec che sia, non ha senso il termine legale per la risposta.

  2. Salve, voi sapete see allo scadere del periodo libero è possibile disdire?? o il rinnovo a pagamento poi vada in automatico?? Saluti

  3. Mah, non mi fido tanto di questi servizi che ti offrono la prova gratis e poi ti incastrano con i rinnovi automatici..io ho preferito spendere 10 euro per una pec su altapec.it che mi pare uno dei pochi servizi che punta sulla trasparenza.
    Raccomando sempre di confrontare pec ma anche altri servizi simili sulle funzionalità e sul costo per tutta la durata di utilizzo necessaria piuttosto che sul “gratis” del momento.

  4. Ma la PEC gratis dov’è? Gratis intendo a tempo indeterminato e non quelle a “degustazione”. Le proposte fatte in presenza di un titolo del servizio sono discordanti.

  5. La “raccomandata” e “PEC posta elettronica certificata” sono strumenti alla cui base c’è un concetto antico ed obsoleto di comunicazione. Infatti NON ESISTONO in tutti i Paesi avanzati e moderni. Li dobbiamo sopportare (e pagare!) solo qui. Ho preso una multa per eccesso di velocità in Germania (60 anzichè 50 kmh) e in breve mi è arrivata una LETTERA , BILINGUE (italiano e tedesco) in cui mi si chiedeva di pagare la multa di 15 (QUINDICI) euro che ho immediatamente pagato. Qui in Italia avrei dovuto pagare questa cifra SOLO PER I COSTI DI NOTIFICA E RACCOMANDATA oltre al salasso sanzionatorio

  6. dove sono le pec gratis qui che non le trovo si può sapere perchè c’è lo scrivono le voglio gratis!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI