HOME Articoli

Lo sai che? È legale acquistare like su Facebook e seguaci su Instagram?

Lo sai che? Pubblicato il 4 maggio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 4 maggio 2017

Ho saputo dell’esistenza di società che riescono a far acquistare like su Facebook e Instagram: è lecito acquistare un servizio del genere?

È sempre più diffusa la presenza di ditte specializzate nel campo del social media marketing in grado di aumentare il numero di like sulle pagine di Facebook o sui profili di Instagram. Gran parte di queste si limitano a eseguire dei servizi di consulenza, anche alla luce degli hashtag più popolari e delle tendenze del traffico, nonché dei metodi di condivisione dei post e delle immagini secondo uno studio degli algoritmi dei social network e delle preferenze dei suoi utenti. In questo caso si tratta di servizi pienamente legali. Chi acquista un “pacchetto” di incremento dei seguaci organici del profilo Instagram o dei like/traffico della funpage di Facebook non va incontro ad alcun rischio se non quello – tutt’altro che impossibile – di confrontarsi con persone a volte incompetenti e non in grado di garantire i risultati promessi. I servizi di consulenza di questo tipo si riconoscono perché non sono in grado, in anticipo, di garantire un numero preciso di like o di seguaci da attribuire al profilo, variabile questa che può dipendere da una serie di fattori, come anche l’interesse dei contenuti postati dall’utente.

Altre ditte, invece, realizzano lo stesso obiettivo, ma contravvenendo ai regolamenti del social network. Di solito si avvalgono di profili falsi, riuscendo così ad incrementare il traffico di una pagina o il numero di followers in modo artificiale. In quest’ultimo caso, si tratta quasi sempre di seguaci non reali e non “organici”. La crescita si concentra in un momento particolare – quello del pagamento – per scemare immediatamente dopo. Anzi, a volte l’effetto si sgonfia fino a perdere anche una parte degli stessi like acquistati. Tali servizi – sicuramente meno cari dei primi – sono più “di facciata”: non trattandosi di veri followers non danno alcun incremento di popolarità all’utente se non l’impressione – anche nei confronti dei propri contatti – di avere tanti seguaci.

In questo caso il rischio che si corre, contravvenendo ai regolamenti dei social network, è quello di vedersi disattivare il profilo (cosa che, tuttavia, non facilmente avviene) o semplicemente di vedersene oscurare la popolarità per qualche settimana. La società invece potrebbe rischiare un’azione da parte del social network per risarcimento dei danni, avendo violato le condizioni generali di contratto imposte dalla piattaforma.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI