Diritto e Fisco | Articoli

Tessera professionale europea: guida all’uso

5 Maggio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 Maggio 2017



Come funziona la tessera elettronica che permette il riconoscimento delle professioni nei Paesi dell’Ue in modo facile, veloce e trasparente. 

Uno strumento ancora poco conosciuto, ma che sta iniziando a diffondersi anche in Italia, con 161 tessere rilasciate nell’arco dello scorso anno: parliamo della tessera professionale europea, un nuovo strumento che consente il riconoscimento delle qualifiche professionali all’estero.

La tessera professionale europea, rispetto alle ordinarie procedure, rende più facile ed immediato il riconoscimento delle professioni all’estero: questa procedura elettronica, infatti, permette l’identificazione dei titoli professionali in tutti i paesi dell’Unione Europea attraverso un percorso rapido e trasparente.

Le professioni interessate, per il momento, sono solo sei: infermiere responsabile dell’assistenza generale, farmacista, fisioterapista, guida alpina e agente immobiliare. In futuro, però, la procedura elettronica potrebbe entrare in vigore anche per altre figure professionali, come ingegneri, medici e avvocati, il cui iter di riconoscimento attuale risulta piuttosto articolato.

Tessera europea: come funziona

La tessera, entrata in vigore dal gennaio dello scorso anno, facilita il trasferimento, anche solo temporaneo, della propria attività in un altro Paese dell’Unione europea: interessa infatti sia i professionisti europei che intendono esercitare in Italia sia quelli italiani che intendono trasferirsi in un altro Paese europeo.

Non si tratta, comunque, di una tessera vera e propria, ma solo di una prova elettronica che attesta:

  • che il professionista ha superato correttamente i controlli amministrativi e ha così ottenuto il riconoscimento delle sue specifiche qualifiche nel Paese europeo in cui intende lavorare,
  • in alternativa, che il professionista interessato risponde alle condizioni necessarie per prestare temporaneamente i servizi nel Paese europeo in cui intende lavorare.

Tessera europea: i vantaggi

La tessera europea dà al cittadino europeo numerosi vantaggi: primo tra tutti l’assistenza da parte delle autorità competenti del Paese ospitante a presentare in modo corretto e completo la domanda relativa al riconoscimento della professione, oltre alla facilità nello svolgere l’attività anche in caso di eventuale trasferimento a lungo termine.

Il fascicolo contenente la documentazione, difatti, risulterà già inserito nel sistema informativo e non sarà necessario, per il professionista, effettuare altre procedure.

La tessera, insomma, semplifica i tradizionali percorsi di accreditamento; inoltre, permette di seguire l’andamento della domanda online e di riutilizzare i documenti presentati per nuove domande in altri Paesi.

Tessera europea: validità

La tessera professionale europea è valida:

  • a tempo indeterminato in caso di trasferimento a lungo termine;
  • 18 mesi, per coloro che decidono di effettuare un trasferimento solo temporaneo;
  • 12 mesi, per i professionisti che lavorano nel campo della salute o della sicurezza pubblica (come i fisioterapisti o le guide alpine).

Tessera europea: come si chiede

La tessera europea va richiesta attraverso una procedura online.

Nel dettaglio, per ottenerla, è necessario:

  • connettersi al servizio di autenticazione della Commissione europea, Eu LoginEnglish;
  • creare il proprio account inserendo tutti i dati personali (numero del documento d’identità o del passaporto, cognome e cittadinanza, informazioni queste che compariranno sul certificato) e i recapiti.

I dati vengono poi trasmessi all’autorità competente del Paese ospitante.

Una volta presentata la domanda non è possibile aggiornare online i dati personali, ma è necessario rivolgersi all’autorità che tratta il fascicolo; è invece possibile aggiornare i recapiti, come e-mail e numero di telefono.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI