Telefonate pubblicitarie dei call center liberalizzate

5 maggio 2017


Telefonate pubblicitarie dei call center liberalizzate

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 maggio 2017



Telemarketing: nel disegno di legge sulla concorrenza una norma che consente agli operatori telefonici di telefonare anche a chi è iscritto nel registro pubblico delle opposizioni.

Saremo invasi dalle telefonate pubblicitarie dei call center, né ci sarà modo di evitarle, neanche iscrivendosi al Registro pubblico delle opposizioni: è l’allarme che lancia il Garante della Privacy contro il nuovo testo di legge, inserito nel ddl concorrenza in procinto di essere approvato dal Parlamento, che va a modificare il codice della privacy consentendo di fatto un telemarketing selvaggio. La nuova norma prevede che le telefonate commerciali possano essere effettuate a condizione che l’operatore dica subito all’abbonato – prima di iniziare l’offerta commerciale – per conto di chi chiama e ne spieghi il motivo. Insomma, il dipendente del call center può avviare una telefonata anche senza il previo consenso del destinatario, purché dichiari il nome della società in favore della quale sta facendo pubblicità, la natura commerciale del contato e attenda poi il successivo (e questa volta necessario) consenso esplicito per proseguire la conversazione. Solo se l’abbonato acconsente, la telefonata può andare avanti. Secondo il Garante in questo modo si «elimina il requisito del consenso preventivo per le chiamate promozionali, “liberalizzando” il fenomeno del telemarketing selvaggio e prevedendo come unica forma di tutela dell’utente la possibilità di rifiutare le sole chiamate successive alla prima». In altre parole, il rischio è di rendere inutile – considerata anche l’ambiguità della norma- il registro delle opposizioni.

Si tratta di una soluzione diametralmente opposta a quella – fondata sul previo consenso all’interessato – ampiamente discussa nella Commissione di merito dello stesso Senato, indicata dal Garante e, in apparenza, largamente condivisa.

In questo modo – sostiene il Garante – il legislatore rende ancora più difficile l’attività di contrasto delle incontenibili violazioni in materia di privacy, specie nel settore del telemarketing dove le lesioni dei diritti degli utenti sono maggiormente evidenti nonostante le chiare previsioni di legge.

Telemarketing pubblicitario liberalizzato, dunque. Il che renderà ancora più inutile – di quanto non lo sia già – il registro delle opposizioni; che, però, resta valido per il marketing cartaceo, quello che dà meno fastidio.

Se verrà approvata la nuova norma le telefonate commerciali saranno consentite a tutti: sia a chi ha il consenso dell’interessato, sia a chi non ce l’ha (attualmente invece, almeno sulla carta, ai numeri iscritti nel pubblico registro delle opposizioni non è possibile fare nessuna telefonata).

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

6 Commenti

    1. Un modo ci sarebbe: non inserire il proprio numero di telefonia fissa e/o mobile sull’elenco telefonico. In tal caso, qualora si ricevessero comunque telefonate pubblicitarie, l’utente può ricorrere sia contro l’azienda pubblicizzata, sia contro l’azienda pubblicitaria (il call center).
      Ad ogni buon conto, qualsiasi volta si dà il consenso al trattamento dei dati personali (ad es. chiedendo ed ottenendo da un supermercato la carta per gli sconti), automaticamente si dà anche il consenso ad essere chiamati dai call center.

  1. Se non volete ricevere telefonate di marketing è molto semplice. Scaricate da Google PlayStore il programma Calls Blacklist, è molto semplice da usare. Ogni volta che vi chiama un coollcenter inserite il numero nella lista e dal quel momento il telefono non squillera più ma apparirà solo la chiamata senza risposta. È meraviglioso………..

  2. Avvolte chiamano alla 22 di sera e mi spaventi tanto , perché ho i figli che vivono lontani .. quello è il loro lavoro:ma non il mio di lavoro!

  3. è una palese forza trasparente che vuol dimostrare quanto la massa deve subire senza poter ribellarsi… ma invito chiunque a fare sempre due cose,, la prima è metter giu senza indugi anche quando la persona sta ancora parlando. La seconda è cominciare a tirargli una supercazzola infinita ed alla fine gli chiedi tu all’operatore se per caso può prestarti o darti dei soldi…giusto per prenderli per il culo…di solito quando cominci a chiedere i soldi la gente mette giù 😉 🙂

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI