Diritto e Fisco | Articoli

Ernia e malattia sul lavoro

5 maggio 2017


Ernia e malattia sul lavoro

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 maggio 2017



In azienda mi fanno trasportare carichi particolarmente pesanti, pur potendo utilizzare carrelli o montacarichi. Questo mi ha procurato un’ernia del disco. Quanto tempo posso stare a casa per la malattia?

La legge stabilisce il diritto del lavoratore di assentarsi per malattia e di conservare il diritto al posto di lavoro per un periodo (detto «comporto») fissato dal contratto collettivo nazionale di categoria. Superato il comporto, il dipendente ancora malato può essere licenziato. Questa normativa, però, non si applica quando l’infortunio avviene per causa del datore di lavoro che non ha predisposto in azienda le misure di tutela dell’integrità psico-fisica in favore dei propri dipendenti. Quindi, in questo caso, il lavoratore che si sia infortunato per colpa del datore di lavoro (che ben poteva utilizzare precauzioni per evitare l’ernia del disco come, appunto, montacarichi e carrelli di trasporto) può restare a casa tutto il tempo necessario per raggiungere una completa guarigione, senza timore che – se anche dovesse sforare il termine di comporto – possa essere licenziato.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI