Nuove competenze ai Giudici di Pace

6 maggio 2017


Nuove competenze ai Giudici di Pace

> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 maggio 2017



Approvato dal Governo il decreto sul riordino della magistratura onoraria: ampliamento notevole della competenza per materia e per valore delle liti davanti al giudice di pace.

Il Giudice di Pace non sarà più un magistrato confinato alle liti di minor valore economico: avrà potere su tutte le questioni fino a 30mila euro come un’automobile non consegnata all’acquirente, un recupero crediti nei confronti di un’azienda, il risarcimento per un appartamento rovinato dalle infiltrazioni di acqua. Non solo: qualsiasi sia il valore, solo a lui andranno portate tutte le questioni di condominio. Il Tribunale, dunque, non avrà più poteri nelle questioni su assemblea di condominio, millesimi, balconi da ristrutturare, amministratori che non fanno i loro doveri e ripartizione delle spese. È questo l’effetto del decreto legislativo approvato ieri dal Governo in prima lettura. Il provvedimento riordina tutta la materia della magistratura onoraria, andando ad attribuire nuove competenze al Giudice di Pace e ampliando quelle già esistenti.

C’era davvero bisogno di nuove competenze ai Giudici di Pace? L’ufficio del Giudice di Pace è spesso al centro di numerose polemiche: lontano dal garantire quella velocità al processo che la legge voleva perseguire con la sua istituzione, le principali critiche mosse alla magistratura onoraria sono soprattutto legate alla “creatività” delle sue interpretazioni e a quella vicinanza al cittadino, che la normativa voleva agevolare ma che spesso ha creato numerosi problemi in termini di terzietà. C’è quindi da credere che l’ampliamento delle sue competenze non verrà accolto con unanime consenso dagli operatori del settore (avvocati in primo luogo).

Nuove competenze del Giudice di Pace nel campo civile

Ma come cambiano le competenze del Giudice di Pace? Come abbiamo detto la nuova legge prevede nuove competenze per il Giudice di Pace, estendendo i limiti di valore di quelle già esistenti e attribuendogli nuove materie in via esclusiva. Ecco i punti essenziali della riforma in materia civile:

  • la competenza per valore sulle cause aventi per oggetto beni mobili viene estesa da 5mila euro a 30mila euro. Quindi un risarcimento danni o un recupero crediti che arriva fino al nuovo tetto sarà di competenza esclusiva del Giudice di Pace e le parti non potranno più rivolgersi al Tribunale;
  • la competenza per valore sulle cause aventi per oggetto incidenti stradali viene portata dagli attuali 20mila euro a 50mila euro;
  • dai precedenti 5mila, che diventano 50mila per gli incidenti stradali al posto dei precedenti 20mila;
  • le decisioni secondo equità potranno riguardare tutte le cause di valore fino a 2.500 euro (attualmente il limite è di 1.100 euro);
  • a prescindere dal valore della controversia, il Giudice di Pace avrà competenza esclusiva per tutte le cause in materia di condominio, previo esperimento del tentativo di mediazione.

Nuove competenze del Giudice di Pace nel campo penale

Anche nel campo penale la riforma prevede un aumento delle competenze del Giudice di Pace. In particolare:

  • viene assegnata ai giudici di pace la giurisdizione sulle minacce aggravate, sulle contravvenzioni per il rifiuto di indicazione al pubblico ufficiale di informazioni sulla propria identità personale e quelle relative all’abbandono e uccisione di animali;
  • viene attribuita competenza sulle contravvenzioni per la sicurezza alimentare.

La carriera

Il giudice di Pace viene inquadrato nell’ambito della magistratura onoraria, quella cioè a tempo limitato; l’incarico non determina in nessun caso un rapporto di pubblico impiego. Pertanto, al giudice di Pace non può essere richiesto un impegno superiore a due giorni a settimana.

Ai magistrati onorari che esercitano funzioni giudiziarie è corrisposta, con cadenza trimestrale, un’indennità annuale lorda in misura fissa di 16.140 euro, comprensiva degli oneri previdenziali ed assistenziali.

Ai fini previdenziali, il Giudice di Pace viene iscritto alla Gestione separata dell’Inps. Il regime d’iscrizione obbligatoria non si applica ai magistrati onorari che risultino iscritti agli albi forensi.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

5 Commenti

  1. Buongiorno! Allora cosi si anticipa di molto i tempi?vale anche x un recupero spesa dopo una sentenza ?se non vuole pagare il debitore ,si può fare pignoramento del terreno?grazie

  2. ma chi è che commenta……??????????????? aghhhhhhh aiuto!!!!!!!!!!!! vai a fare la spesa che mamma ba bisogno delle cipolle……

  3. Sig.Giudice sono qui per chiederle un parere prima di presentare un ricorso. Il fatto è questo: mio figlio è stato chiamato dai vig.urb. e gli hanno detto che sono giacenti due verbali, non pagati. Prima di iniziare la procedura, etc. desideriamo sapere se intende etc.. Mio figlio ed io rimaniamo dubbiosi perché è impossibile non essersi accorti della notifica di due verbali in date diverse. Fatti tutti gli accertamenti del caso, è venuto fuori che la notifica vi era stata a mezzo dello scontrino del postino che il vento avrà disperso nel prato. A quel tempo il giorno dopo arrivava anche la busta con la comunicazione di deposito. A casa mia nessuno aveva visto nulla. Era il periodo in cui le poste assumevano i postini per un trimestre ed era capitato varie volte che la posta consegnata apparteneva ad altre persone. Sig: Giudice, mi deve credere, sono una persona corretta, ho comandato la caserma della finanza per tanti anni, non abbiamo ricevuto nulla e mi meraviglio perché quando dovevo far notificare un atto, si mandavano due uomini e non una busta. Comunque, se mi vuol credere non abbiamo ricevuto nulla. Risposta: Allora come si fa, se uno non vuol ricevere una notifica non si fa trovare a casa ed è fatto! Dott. nessuno sapeva che dovevano arrivare i verbali, e poi ho qui due sentenze della Cassazione che dicono che quelle notifiche non sono valide. Risp: le sentenze vanno sapute interpretare – Sig: Giudice sono chiarissime. Va be’ almeno ho capito il suo pensiero. Giunto sull’uscio mi venne spontaneo dire: ” Ma questo chi ce l’ha messo”. Legge Berlusconi. Siccome fare ricorso ci vogliono svariate marche da bollo per Euro === ….. perdita di tempo …. il giudice competente che non ha capito un c….. Vaffanculo e pagala! E così ho pagato circa 600 euro. Questa è stata la prima, e spero l’ultima, esperienza con un giudice di pace. Io non so voi ma credo proprio che i diritti non ci sono più e sono stati levati senza l’uso di un sistema autoritario ma quello di ricorrere alla sodomizzazione lenta lenta, garbatamente e signorilmente. Statevi bene!

  4. Ho letto l’articolo pubblicato il 6 maggio. sono un avvocato e frequento da vent’anni l’ufficio del Giudice di Pace . Chiunque lo abbia scritto è lontano dalla realtà della magistratura onoraria esattamente come gli inetti che hanno scritto questa riforma. cioè sono lontani anni luce.
    Il legislatore ha sovraccaricato la magistratura non togata di un carico di lavoro che non può essere affrontato sia per ragioni numeriche (i giudici di pace sono pochissimi) sia per ragioni di capacità giuridica: . affidare in via esclusiva alla magistratura onoraria le esecuzioni mobiliari, o la volontaria giurisdizione o la materia condominiale senza alcuna preparazione tecnica (che peraltro si acquisisce nel tempo). Ora chiunque stia seduto dietro ad una scrivania ad inventarsi norme delle quali non conosce neppure il significato è molto semplice e/o semplicistico oltre che facile.
    Posso e sono disposta ad ammettere che alcune decisioni assunte dai Giudici di Pace posso essere connotate da aspetti quasi goliardici, ma molte altre invece sono ben motivate – alcune anche giurisprudenzialmente innovative e condivise dalla S.C.
    Ma si può dire la stessa identica cosa della magistratura togata . L’aggravante è che i componenti di quest’ultima sono lautamente pagati per fare molto poco e farlo anche male

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI