Diritto e Fisco | Articoli

Licenziamento senza preavviso, facsimile

31 maggio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 31 maggio 2017



Come comunicare al dipendente o all’azienda il licenziamento immediato. Cosa comporta il mancato preavviso con o senza giusta causa e a chi spetta l’indennità.

A volte l’occasione di una vita si presenta nel momento più inaspettato. E in quel preciso momento, o si sale su quel treno che passa una volta sola o si resta a terra per sempre. Nel mondo del lavoro, cogliere al volo un’opportunità può comportare scendere dal treno su cui si viaggia per salire sulla carrozza attesa da tempo. Il che, però, significa dare subito le dimissioni e sgomberare l’ufficio da un giorno all’altro.

E’ una scelta possibile. Che, però, comporta delle conseguenze. Le dimissioni da un giorno all’altro equivalgono ad un licenziamento senza preavviso. Il che vuol dire pagare una sorta di penale per interrompere il rapporto di lavoro anzitempo.

Dall’altra parte, anche l’azienda può decidere di lasciare a casa un dipendente senza rispettare il periodo imposto dal contratto nazionale di categoria. Anche in questo caso si può parlare di licenziamento senza preavviso ed anche in questo caso ci sono delle conseguenze. La più immediata, che l’azienda debba pagare al lavoratore quelle mensilità previste dal preavviso, oltre a tutte le altre spettanze (e al risultato di un’eventuale causa).

In entrambe le ipotesi è importante sapere come comunicare alla controparte un licenziamento senza preavviso, cioè come scrivere la lettera di licenziamento o di dimissioni. Ci sono delle regole da rispettare, che vedremo di seguito con un facsimile.

Il licenziamento senza preavviso da parte del datore di lavoro

Sono i contratti collettivi nazionali di categoria (Ccnl) a stabilire per ogni livello di inquadramento il periodo di preavviso da rispettare sia da parte dei dipendenti sia da quella delle aziende o delle società prima di interrompere in modo unilaterale un rapporto di lavoro.

L’azienda, però, può ricorrere al licenziamento senza preavviso quando c’è una giusta causa per troncare immediatamente un rapporto di lavoro oppure durante o al termine del periodo di prova (perché non superato dal dipendente).

Nel caso del licenziamento senza preavviso per giusta causa, il dipendente può essere lasciato a casa da un giorno all’altro quando non ci sono più gli estremi per continuare il rapporto di lavoro (mancanza di fiducia, grave insubordinazione, furto all’interno dell’azienda, falsificazione del badge, ecc.). Il licenziamento avviene in tronco e, dopo la sua comunicazione, il dipendente è tenuto a non presentarsi più sul lavoro. Non gli è neanche dovuta l’indennità sostitutiva del preavviso.

Nel caso, invece, del licenziamento senza preavviso durante o dopo il periodo di prova, la legge stabilisce, in via generale, che le parti sono libere di interrompere il contratto senza bisogno di fornire una motivazione, né di dare il preavviso o di pagare la relativa indennità sostitutiva. Ma se azienda e dipendente hanno concordato una durata minima garantita del periodo di prova, prevedendo, ad esempio, un obbligo risarcitorio in capo al lavoratore che si dimette anticipatamente, il recesso può avvenire solo dopo la scadenza del termine (per approfondimenti, leggi il nostro articolo Si può licenziare senza preavviso).

In tutti gli altri casi, compreso quello del fallimento dell’azienda, è possibile il licenziamento senza preavviso, ma al dipendente sarà dovuta, nell’ultima busta paga, l’indennità sostitutiva del preavviso.

Lettera di licenziamento senza preavviso da parte dell’azienda, facsimile

Ecco un facsimile di una lettera di licenziamento senza preavviso da parte dell’azienda:

Nome azienda

Indirizzo azienda

Spett.le Nome e Cognome del lavoratore

Indirizzo del lavoratore

Raccomandata A.R. 

Oggetto: notifica di licenziamento

Gentile Sig./Sig.ra

con la presente Le comunichiamo che abbiamo deciso di procedere al suo licenziamento per la seguente motivazione ……………………….. (indicare il giustificato motivo che ha portato alla decisione di interrompere il rapporto di lavoro).

Il licenziamento ha effetto immediato, pertanto non le sarà riconosciuto alcun periodo di preavviso. In sostituzione le sarà corrisposta un’indennità di mancato preavviso calcolata secondo le vigenti norme di legge e sulla base di quanto previsto al riguardo dal Contratto collettivo nazionale di riferimento.

Ringranziandola per la sua collaborazione, La invitiamo a contattare l’Ufficio del Personale per il ritiro delle sue spettanze. 

Cordiali saluti

Luogo e data 

Firma

Licenziamento senza preavviso da parte del lavoratore

Nel caso sia il lavoratore a non riuscire più a rispettare il contratto di lavoro e a dover comunicare un licenziamento senza preavviso, nella lettera da inviare al datore di lavoro deve riportare in maniera esplicita ed inequivocabile la data in cui intende lasciare il proprio posto.

Allo scopo di rendere la lettera di licenziamento senza preavviso completamente valida, il dipendente dovrà scriverci:

  • il proprio nome, cognome e recapiti;
  • i riferimenti dell’azienda o del datore di lavoro;
  • la volontà di terminare il rapporto lavorativo;
  • la consapevolezza del mancato preavviso;
  • la data di decorrenza delle dimissioni e quella dell’ultimo giorno di presenza in azienda;
  • la data di consegna o di spedizione via raccomandata a/r della lettera;
  • la propria firma;
  • lo spazio per la firma del datore di lavoro per ricevuta.

La lettera può essere consegnata anche a mano.

Il lavoratore rinuncerà, in questo modo, all’indennità di preavviso, che gli verrà scalata dalla liquidazione.

Se il licenziamento senza preavviso viene presentato per giusta causa (mobbing, molestie, ecc.), il dipendente consegnerà all’azienda la lettera di dimissioni per giusta causa e, in un secondo momento, può pretendere dal datore di lavoro l’indennità di preavviso non ricevuta.

Il facsimile della lettera di licenziamento senza preavviso da parte del dipendente

Ecco un esempio della lettera di licenziamento senza preavviso da parte del dipendente (o di dimissioni immediate):

Nome e Cognome del lavoratore

Indirizzo del lavoratore

Cap e città del lavoratore

Spett.le

Azienda (Nome o ragione sociale)

Indirizzo dell’azienda

Cap e città dell’azienda

Raccomandata a/r

Oggetto: dimissioni

Io sottoscritto Nome Cognome con la presente intendo rassegnare in data odierna le mie irrevocabili dimissioni volontarie. Nell’impossibilità di rispettare il periodo di preavviso stabilito dalle norme contrattuali e consapevole dell’inadempienza, vogliate considerare quale termine ultimo del mio rapporto di lavoro la data del XX/XX/XXXX.

Distinti saluti. 

Luogo e data

Firma del lavoratore

PER ACCETTAZIONE
Il datore di lavoro

note

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Per avvalorare qualsivoglia tipologia di licenziamento, ivi compreso quelli citati, per quello che io sappia, occorre in primis notificare la contestazione dei fatti avvenuti, ai sensi e per gli effetti della Legge 300 del 20.05.1970, richiedendo al dipendente di fornire entro cinque giorni dall’avvenuto ricevimento della contestazione, che di norma si regola con raccomandata a.r., argomentazioni a sua difesa. Trascorso tale termine anche in presenza di argomentazioni – surrogati o no da giustificazione – si potrà procedere al licenziamento.
    Grazie per l’attenzione. Giuseppe Rosano

  2. Sono stato cacciamo malamente e di conseguenza mi sono licenziato per il mobing avuto dal mio datore di lavoro. Dicendomi che devo baciargli i piedi per uno stipendio! Di venire influenzato sul posto di lavoro e 2000 mansioni per 1000,00€ al mese con grande responsabilità. Oggi nonostante pretendeva che dovevo venire sul lavoro con la neve e niente mezzi di pulizia stradale, non c’è l’ho fatta e mi sono licenziato, ma senza lasciare nessun foglio scritto. Solo una mail al commercialista che mi dice che devo farlo io telematicamente. In questo caso, devo eseguire una denuncia per mobing, ma impossibile in quanto i dipendenti non verranno mai a favore mio ma del datore. In questo caso per non perdere i giorni come potrei fare? Ovviamente farò presente anche alla finanza e/o agenzia dell’entrate che ha messo la moglie a partita iva sotto i 6000,00€ annuali e a fine anno fiscale gli versa almeno 5000,00€ di fatture fasulle create dalla moglie per non pagare le tasse. Mi posso appellare sulla temperatura e igiene del locale , in quanto d’inverno la temperatura del locale è tra i 10 ed i 14 gradi centigradi e ritardi negli stipendi?.
    Grazie di cuore

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI