Diritto e Fisco | Articoli

Il canone tv lo paga l’intestatario della luce?

13 Maggio 2017


Il canone tv lo paga l’intestatario della luce?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 Maggio 2017



Seconda casa: la luce è intestata a persona diversa da quella a cui è intestato il canone tv. Può quest’ultima essere perseguita per mancato pagamento del canone visto che la luce è di intestatario diverso?

La normativa vigente stabilisce che il canone tv debba essere pagato una sola volta per tutti gli apparecchi televisivi detenuti in tutte le residenze e dimore a disposizione di una famiglia anagrafica (definita come insieme di persone che coabitano e risultano legate da vincoli di parentela o affinità ecc…). Ciò vuol dire che se nell’appartamento concesso in comodato d’uso hanno stabilito la loro residenza anagrafica una o più persone, questa o queste persone costituiscono per la legge (ed anche ai fini del pagamento del canone tv) una autonoma famiglia anagrafica che è obbligata al pagamento del canone tv.

Nel caso in cui nessuna delle persone che risiede nell’appartamento concesso in comodato (e che costituisce una autonoma famiglia anagrafica) abbia intestato a sé un contratto per la fornitura di energia elettrica, la legge prevedeva che, solo per il 2016, il pagamento del canone tv avvenisse con il modello F24 entro il 31 ottobre 2016 e sulla base di codici che l’Agenzia delle Entrate.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI