Tech Spiare le conversazioni di WhatsApp senza essere scoperti

Tech Pubblicato il 11 maggio 2017

Articolo di




> Tech | Cos'è Tech? Pubblicato il 11 maggio 2017

Con un piccolo trucco è possibile leggere le conversazioni di qualcuno su WhatsApp da un altro dispositivo, che si tratti di un telefonino Android o un iPhone.

Lo sai che con un piccolo trucco è possibile leggere le conversazioni di WhatsApp di qualcuno da un altro smartphone senza che la vittima sospetti nulla? Purtroppo è così e la tua privacy non è mai stata così a rischio. Te lo diciamo, ovviamente, non perché tu possa farlo, ma perché tu sappia che succede e che qualcuno potrebbe eleggerti sua vittima. In questo articolo ti spiegheremo proprio questo, ossia la tecnica che usa chi vuole spiarti su Whatsapp.

Spiare le conversazioni di WhatsApp senza essere scoperti è possibile grazie all’app gratuita Whatscan scaricabile dal Play Store e dall’App Store. La procedura è semplice e non occorre essere un hacker.

Per prima cosa bisogna installare Whatscan sul dispositivo dal quale si vogliono spiare le conversazioni. Avviarlo e scegliere la lingua che si vuole usare (ad esempio Italian). Per evitare che altri possano utilizzare Whatscan è anche possibile impostare una password di accesso.

Il passo successivo richiede l’accesso al telefono della vittima. Se si è un genitore che vuole monitorare le conversazioni di un figlio per essere sicuro che non frequenti brutte compagnie, non sarà difficile chiedere di potergli dare un’occhiata. Si deve comunque trovare il modo per poter accedere al telefono della vittima per qualche secondo almeno una volta.

Una volta in possesso del telefono della vittima, andare in Whatsapp, spostarsi quindi in Impostazioni/WhatsApp Web e quindi toccare l’opzione Scannerizza il codice QR.

Tornare sul telefono su cui si è installato Whatscan e toccare l’icona al centro con su scritto Clicca per ricaricare il codice QR. Non resta che scannerizzare il codice QR col telefono della vittima e il gioco è fatto.

A questo punto si potrà ridare il telefono al suo proprietario e usare Whatscan per leggere le conversazioni scambiate su WhatsApp dalla vittima senza che lei possa accorgersene.

Naturalmente per non essere scoperti bisogna fare attenzione a usare Whatscan solo per leggere le conversazioni: se si inviasse qualche messaggio la vittima lo scoprirebbe.

Inoltre se la vittima decidesse di usare la funzione WhatsApp Web su un altro dispositivo, si accorgerebbe che è stata già attivata ed effettuerebbe la disconnessione. È bene ricordare infine che è illegale utilizzare trucchi del genere per usi impropri, ma conoscerli può essere molto utile per prevenirli e bloccarli. Se usiamo WhatsApp, quindi, assicuriamoci che la funzione WhatsApp Web non sia già in uso da qualche parte: potrebbe essere il segnale che qualcuno ci sta spiando di nascosto.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

6 Commenti

  1. interessante suggerimento…le insidie per evitarle bisogna conoscerle…non credo che l’articolo sia un invito all’illegalità, anzi il contrario….ci mette in guardia da nemici occulti.

  2. impossibile. Questo articolo ha dell’inappropriato. Come se uno avesse il consenso dall’altro per potersi allontanare per poter fare la scansione del codice QR. Poi quando è collegato a qualche pc, il telefono mi dice se è collegato a qualche pc, anche whatsapp. Perciò non vedo come sia possibile spiare il cellulare tramite pc senza essere scoperti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI