Diritto e Fisco | Articoli

Come denunciare falsi disabili?

22 maggio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 maggio 2017



Finti ciechi, finti sordi, finti matti: patologie diverse ma tutti falsi disabili. Cosa si può fare contro un fenomeno che danneggia chi ha davvero bisogno? Come denunciare un falso invalido?

Ti è venuto un dubbio: credi che tuo vicino di casa sia una falso disabile. Ci sono troppe cose che non quadrano e ti stai attivando per capire se tanti indizi possono fare una prova: come mai dice di essere zoppo ma si muove tranquillamente nel suo orto senza bastone? Come mai dice di avere bisogno della carrozzella che, però, se ne sta abbandonata all’ingresso di casa sua? Del resto, il falso risulta sempre indigesto ma ancor di più se finti ciechi, sordi e finti matti sottraggono risorse alle persone realmente bisognose, appesantendo le procedure di accertamento. A maggior ragione se si considera che ai finti invalidi – cioè a coloro che si fingono portatori di gravi invalidità al solo scopo di ottenere l’erogazione di indennità assistenziali da parte dello Stato – si aggiungono i presunti invalidi, quelli cioè che presentano domanda di invalidità senza averne i requisiti. Cosa fare in questi casi, come denunciare i falsi disabili?

Falso disabile: cosa rischia?

Cerchiamo di capire, per prima cosa, cosa rischia un falso disabile: la sua condotta integra il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato [1], punito con la reclusione da sei mesi a tre anni. E non è tutto: se il finto cieco, sordo, ecc… utilizza o presenta dichiarazioni false o attestanti cose non vere, oppure omette informazioni dovute che hanno natura fraudolenta (in pratica quando pone in atto artifici e raggiri, volti a ingannare in modo fraudolento l’istituto previdenziale: si pensi, ad esempio, a colui che presente all’Inps documentazione falsa), allora l’accusa è ben più grave: truffa aggravata [2] per la quale è prevista la pena della reclusione da uno a sei anni (si legga Falsa dichiarazione di invalidità per la pensione: scatta la truffa).

Falso disabile: chi denuncia deve fare attenzione

Occorre, tuttavia, anche mettere in guardia chi denuncia: chiunque incolpa di un reato un innocente o simula a suo carico le tracce di un reato é perseguibile penalmente per calunnia [3].

Altro aspetto da tenere a mente: la denuncia anonima (poiché la stragrande maggioranza delle persone preferisce denunciare in questa forma) non viene ammessa durante un processo anche se gli organi che la ricevono, se ritengono che sussistano degli elementi validi, possono tenerne conto ed iniziare delle indagini conoscitive.

Falso disabile: come denunciarlo?

  1. Denuncia in forma anonima

Ma vediamo al sodo: come denunciare un falso invalido?

Partiamo col dire che la denuncia anonima non é possibile o, meglio, non é possibile recarsi presso il comando dei carabinieri o della polizia, presentare una denuncia e rimanere anonimi. Ciò per il semplice motivo che chi denuncia verrà identificato e dovrà sottoscrivere l’atto, con firma autenticata. Tuttavia, come detto sopra, la polizia giudiziaria o la procura potrà prendere in considerazione qualunque documento, anche anonimo, contenente una notizia di reato perseguibile d’ufficio, se vi sono elementi validi, e aprire un fascicolo. A tal fine, se si vuole denunciare senza esporsi in prima persona, l’unico modo è inviare una lettera, per esempio con posta prioritaria, senza indicare le proprie generalità, da far pervenire alle autorità competenti:

– alla Procura della Repubblica;

– alla Stazione dei Carabinieri del posto;

– al Commissariato della Polizia Provinciale;

– alla Guardia di Finanza;

– alla Direzione Regionale dell’Inps;

– alla Direzione locale dell’Inps,

dando tutte le indicazioni precise e fornendo prove concrete per cui si ritiene un soggetto un finto invalido civile.

  1. Esposto

Per chi, invece, volesse fare le cose alla luce del sole, è possibile procedere con l’esposto per falsi invalidi: si tratta di un documento cartaceo con cui ogni cittadino e persino le istituzioni comunali possono segnalare alla Guardia di Finanza, che lavora in stretta collaborazione con l’Inps e con le altre istituzioni governative, presunte situazioni di abuso in merito alle pensioni di invalidità.

Tale documento va debitamente compilato con i dati personali di chi denuncia e ad esso devono essere allegati la copia del documento di identità del denunciante e i documenti necessari per provare quanto si afferma al suo interno: azioni, abitudini e hobby del falso disabile non compatibili con l’ invalidità che dice di avere. Può essere presentato di persona presso il più vicino ufficio della Guardia di Finanza di zona.

Valida alternativa è quella di segnalare presunte situazioni di abuso alla Guardia di Finanza, chiamando il numero gratuito 117, attivo 24 ore su 24.


Falso disabile: fac-simile esposto

ESPOSTO PER “FALSI INVALIDI”

Del/della Signor/a:

Cognome e Nome…

Luogo e data di nascita…

Residenza…

Domicilio…

Recapito (Telefono/e-mail)…

(I dati verranno trattati osservando le norme contenute nel d. lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”)

FATTO

In data … è stato appreso che il Sig. … (indicare i dati identificativi del soggetto), è titolare di una pensione … (indicare, se conosciuto il tipo di pensione, di invalidità, di inabilità, ecc…), pur non possedendo i requisiti necessari per beneficiarne, in quanto … (indicare gli elementi utili a provare gli illeciti commessi dal soggetto – per esempio: guida di autoveicoli pur risultando cieco – , nonché ogni ulteriore elemento utile a meglio provare l’illecito. Per esempio abitudini, hobby del soggetto non compatibili con la sua invalidità).

Si allegano i seguenti documenti:

(allegare eventuali documenti probatori di cui si è in possesso, documenti, fotografie, filmati, ecc…):

Allego copia fotostatica di un valido documento di riconoscimento.

Per la consegna del presente atto presso i Reparti territoriali della Guardia di Finanza, delego … (indicare le generalità complete del delegato nonché quelle di un documento valido di riconoscimento).

Luogo e data …

Firma

note

[1] Art. 316 ter cod. pen.

[2] Art. 640 bis cod. pen.

[3] Artt. 368 e 370 cod. pen.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI