Tech | Articoli

Ritrovare lo smartphone con lo squillo anche in silenzioso

23 Maggio 2017 | Autore:
Ritrovare lo smartphone con lo squillo anche in silenzioso

Se hai smarrito il telefonino puoi ritrovarlo facilmente facendolo squillare anche se lo hai impostato nella modalità silenzioso.

Quando smarriamo lo smartphone e non ricordiamo dove lo abbiamo lasciato, per ritrovarlo di solito proviamo a farlo squillare facendoci una chiamata con un altro telefono. Purtroppo questo trucco non può essere utilizzato se abbiamo disattivato la suoneria, ma c’è un modo per farlo squillare ugualmente.

Se il nostro smartphone è Android, con un qualsiasi computer connesso a Internet andiamo sul sito www.google.com/android/devicemanager ed effettuiamo l’accesso con lo stesso account di Google impostato sul telefonino. Accederemo alla pagina Trova il mio dispositivo, un servizio di Google che consente di ritrovare il telefonino o il tablet mostrandone l’ultima posizione sulla mappa. Toccando RIPRODUCI AUDIO il telefono inizia a squillare per cinque minuti, anche se è stato impostato nella modalità silenzioso. Sfruttando quindi la suoneria potremo ritrovarlo facilmente.

Se invece abbiamo smarrito un iPhone, sempre con un browser dobbiamo andare sul sito www.icloud.com ed eseguire l’accesso col proprio Apple ID. A questo punto clicchiamo su Trova il mio iPhone. Anche in questo caso verrà visualizzata la posizione sulla mappa. Cliccando sul tasto Emetti suono l’iPhone inizierà a suonare e potremo recuperarlo, proprio come abbiamo fatto col telefonino Android.

Se infine abbiamo uno smartphone Windows Mobile, andiamo sul sito account.microsoft.com/devices ed effettuiamo l’accesso col nostro account di Microsoft. Clicchiamo quindi sul link Trova il mio telefono mostrato accanto al nostro telefonino e poi premiamo il pulsante Squilla.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube