Business | Articoli

Inps: sospensione delle rate per situazioni di calamità

9 Gennaio 2017
Inps: sospensione delle rate per situazioni di calamità

Supporto all’area del sisma: sono sospesi i pagamenti degli oneri Inps, ecco come fare.

La prima circolare Inps dell’anno [1] stabilisce quali sono le modalità per richiedere la sospensione del pagamento delle rate per gli oneri relativi a ricongiunzione, riscatto, rendita vitalizia per i contribuenti che hanno subito le calamità dello scorso ottobre.

Quando si possono sospendere le rate Inps?

Attraverso la circolare l’ente di previdenza ha stabilito le modalità con le quali è necessario sospendere i termini di pagamento delle rate e degli oneri di ricongiunzione.

Sono inoltre sostenibili anche i costi relativi ai riscatti e alle rendite vitalizie [2].

Le prescrizioni dell’Inps vigono in favore dei soggetti residenti nei Comuni colpiti dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016, ma come forse si ricorderà erano stati beneficiati a suo tempo anche i soggetti residenti nei Comuni colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016.

Quali comuni sono interessati dalla sospensione Inps?

Per conoscere l’elenco dei comuni interessati ti ricordiamo di consultare il nostro approfondimento Sisma: tutte le agevolazioni per imprese e cittadini, la guida completa.

Anche la circolare contiene l’elenco di Comuni interessati da quest’ultimo terremoto oltre alle istruzioni operative per gli addetti delle sedi locali dell’ente.

Quanto dura la sospensione dei pagamenti Inps nelle aree del sisma?

La sospensione del pagamento delle rate è in vigore fino al 30 settembre 2017.

A partire dal 1° ottobre 2017 gli interessati sono rimessi nei termini conservando il diritto a tutte le condizioni previste nell’originale piano di ammortamento.


note

[1] Inps, circ. 1/2017.

[2] art.13 legge 1338/62.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube