Business | Articoli

Concorsi Comune di Milano: 174 posti fissi

11 Gennaio 2017
Concorsi Comune di Milano: 174 posti fissi

Nel comune di Milano si aprono tante nuove posizioni, ecco le opportunità aperte.

Lavorare nel Comune di Milano? Possibile, ci sono difatti 174 posizioni aperte che aspettano candidatura.

Gli inserimenti saranno a tempo indeterminato, a vari livelli, nei servizi culturali e tecnici, ma anche amministrativi, contabili, economico-finanziari; sono infine aperte posizioni anche come conservatori dei beni culturali, avvocati, personale da adibire all’area relazioni internazionali e nei servizi informativi.

Concorso: posizioni aperte al Comune di Milano

Ecco tutte le posizioni aperte nel dettaglio, per scaricare i bandi puoi fare riferimento alla sezione in pratica in calce al nostro articolo:

  • Istruttore dei servizi culturali (6 posti)
  • Istruttore direttivo servizi tecnici (13 posti)
  • Istruttore direttivo servizi informativi (27 posti)
  • Istruttore direttivo servizi culturali (3 posti)
  • Funzionario servizi amministrativi (8 posti)
  • Istruttore dei servizi amministrativi (13 posti)
  • Istruttore direttivo servizi finanziari (15 posti)
  • Conservatore beni culturali (2 posti)
  • Collaboratore servizi tecnici (8 posti)
  • Funzionario servizi tecnici (8 posti)
  • Funzionario servizi economicofinanziari (7 posti)
  • Collaboratore servizi amministrativi (34 posti)
  • Istruttore direttivo servizi amministrativi (19 posti)
  • Avvocato (4 posti)
  • Istruttore direttivo servizi amministrativi (area internazionale) (1 posto)
  • Funzionario servizi informativi (10 posti)

Concorsi Comune di Milano: scadenza e modalità di partecipazione

Le domande di partecipazione alla selezione, redatte su apposito modulo, dovranno essere inviate entro il prossimo 10 marzo.

Le modalità relative saranno indicate in una specifica comunicazione che sarà pubblicata in data 27 gennaio 2017 sul sito istituzionale del Comune di Milano.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube