Tech | Articoli

iPhone 4S: è davvero nuovo o è solo una rivisitazione del vecchio?

26 ottobre 2011 | Autore:


> Tech Pubblicato il 26 ottobre 2011



È finalmente disponibile anche in Italia il nuovo iPhone 4S, l’ultima versione del melafonino che ha richiesto ben 16 mesi di attesa.

Come un oscuro presagio, per la prima volta non è stato Steve Jobs a presentarlo. Dopo la sua morte, in quella sigla “4S” molti hanno voluto leggere le parole “For Steve”, proprio in memoria del suo inventore.

Solo nel primo weekend, il nuovo smartphone targato Apple ha venduto ben 4 milioni di esemplari, dimostrazione di quanto il melafonino sia divenuto oggetto di culto, dal valore superiore alle semplici motivazioni che spingono all’acquisto di un cellulare.

Eppure, sin dalla sua presentazione, molti sono rimasti un po’ delusi perché tante delle novità attese non erano state integrate. Esteticamente, infatti, l’iPhone 4S è praticamente identico al vecchio iPhone 4. Design e materiali sono gli stessi, così come i colori. Lo si trova sia in nero che bianco. Stesse dimensioni, quindi, mentre il peso è di 3 grammi superiore. Anche il display è identico: ci troviamo di fronte uno schermo da 3,5 pollici con tecnologia a Retina e risoluzione a 960×640 pixel. Il display dell’iPhone, pur non presentando novità, rimane comunque uno dei migliori in circolazione: per definizione, luminosità e colori. Forse è solo un po’ piccolo per la navigazione sul Web.

Viene da chiedersi, allora, cosa hanno fatto i progettisti di Apple nei 16 mesi impiegati per la sua realizzazione. Iniziamo col dire che non è la prima volta che la casa di Cupertino presenta un nuovo prodotto mantenendo lo stesso design. Basti ricordare l’iPhone 3G e 3GS, o l’iPad 1 e 2, dove le differenze dal punto di vista estetico sono minime. Il melafonino ha linee eleganti, è realizzato con materiali di qualità ed è sicuramente uno dei più belli in circolazione. Un dispositivo in cui si sposano perfettamente eleganza e funzionalità.

Consapevole di avere tra le mani un telefonino già perfetto dal punto di vista estetico, la Apple ha indirizzato il suo lavoro su quelli che potevano essere i difetti dell’iPhone 4, cercando di correggerli e aggiungere quelle funzioni capaci di migliorarne l’esperienza d’uso. Le novità, quindi, ci sono sebbene non immediatamente visibili.

Cambia innanzitutto il processore. Sul 4S troviamo l’A5, lo stesso processore già utilizzato sull’iPad 2, un dual core da 1 GHz, due volte più veloce del vecchio A4 e con una grafica sette volte più performante.

Ma a cosa serve un processore più veloce su un telefonino? Quello dell’iPhone 4 non andava bene? Chi possiede già un iPhone 4 difficilmente lo avrà trovato lento. L’A5 rende il telefonino più scattante nella navigazione sul Web e nei giochi, ma per chi utilizza il cellulare per le applicazioni più comuni difficilmente noterà la differenza.

L’aspetto in cui l’iPhone 4S si rivela migliore del vecchio modello è il multimedia. Oggi i telefonini sono utilizzati alla stregua di digicam e camcorder per scattare foto e riprendere video. Da questo punto di vista, il 4S rappresenta un passo avanti. La fotocamera integrata è da 8 megapixel contro i 5 megapixel dell’iPhone 4.

Le migliorie, però, non riguardano solo la risoluzione. Non solo si possono catturare immagini più definite, ma il sensore è retroilluminato e abbinato a un nuovo gruppo ottico a 5 elementi in grado di convogliare più luce. Le immagini, quindi, risultano più luminose anche quando vengono realizzate in ambienti bui e con colori più fedeli. Le migliori performances poi consentono all’iPhone 4S di riprendere filmati in Full HD a 1080p, mentre col vecchio melafonino si può registrare a 720p (che resta comunque pur sempre una buona risoluzione).

È stata migliorata la qualità in ricezione telefonica, risolvendo i difetti manifestati sul vecchio modello (anche se, a dire il vero, il problema dell’antenna dell’iPhone 4 è stata più un’occasione utilizzata dagli altri concorrenti per cercare di mettere la Apple in cattiva luce).

La connessione dati supporta ora una velocità massima di 14,4 Mbps contro i 7,2 Mbps del vecchio modello. Si tratta, però, di valori ideali che difficilmente si raggiungono nell’uso reale.

L’iPhone 4S è anche il primo telefonino ad essere dotato della connessione Bluetooth 4.0 che offre una copertura maggiore e minori consumi rispetto alle vecchie versioni.

Molte delle novità introdotte da Apple per spingere le vendite dell’iPhone 4S riguardano il nuovo sistema operativo iOS 5. Non sono, quindi, funzioni esclusive del telefonino, ma possono essere utilizzate anche sull’iPhone 4 eseguendo l’aggiornamento gratuito attraverso il computer.

L’unica vera nuova funzione degna di nota a nostro parere è Siri, un sistema di riconoscimento vocale intelligente. Siri interpreta ciò che gli diciamo a voce e lo esegue.

Gli altri sistemi di riconoscimento vocale utilizzano una serie di comandi standard; con Siri, invece, si può parlare in modo naturale come se ci si trovasse di fronte una persona reale. Possiamo chiedere al telefonino di mandare una mail, fare una ricerca o calcolare un percorso stradale senza interrompere quello che stiamo facendo. Mentre, ad esempio, siamo impegnati a impastare la pizza, possiamo chiedere al telefonino di mandare un messaggio a nostra madre per ricordarle di portarci la salsa. Chi ha avuto modo di provare Siri ne è rimasto notevolmente soddisfatto. La notizia triste è che questa fantastica funzione supporta per ora solo le lingue inglese, francese e tedesco. Per noi poveri italiani, quindi, non è utilizzabile (almeno per ora!).

Dopo aver fatto questa breve descrizione delle novità dell’iPhone 4S, proviamo a dare una risposta alla domanda iniziale, ossia se vale la pena acquistarlo o meno.

Se ancora non abbiamo un iPhone, la risposta è abbastanza semplice. Si tratta di uno smartphone bello e funzionale che ci permette di fare un po’ di tutto: navigare, giocare, scattare foto, registrare video, ascoltare musica e con tantissime applicazioni per sbizzarrirsi a fare qualsiasi cosa. Nonostante il prezzo elevato, l’iPhone è lo smartphone più venduto al mondo e questo la dice lunga sulle sue qualità.

Se abbiamo un vecchio 3G o 3GS, il passaggio al nuovo rappresenta un notevole salto in avanti. Cambia totalmente l’esperienza d’uso e quindi l’acquisto diventerebbe quasi obbligato: se ci è piaciuto il vecchio, non può non piacerci il nuovo.

Se, però, abbiamo già un iPhone 4, acquistare il 4S non ci cambierebbe la vita. Aggiornando il sistema operativo a iOS 5 avremmo ugualmente quasi tutte le nuove funzioni, compreso il servizio iCloud. Il processore A5 è più veloce, ma il vecchio iPhone non era tanto lento da giustificare un upgrade. Le foto e i video sono migliori, ma si tratta di funzioni accessorie per un telefonino. Se fosse davvero indispensabile una camera, sarebbe più opportuno investire in una vera digita, dal costo inferiore e con qualità di scatto e di ripresa decisamente migliore.

Non va poi dimenticato il prezzo: per il modello base da 16 GB ci vogliono ben 659 euro, che diventano 779 euro per quello da 32 GB e 899 euro per quello da 64 GB.

Diciamo che per chi ha soldi l’iPhone 4S è un’occasione per spenderli, un po’ come quando si acquista un nuovo orologio o un abito firmato: non è indispensabile, ma soddisfa il nostro senso di appartenenza ad uno status symbol.

E per molti l’iPhone 4S potrebbe rappresentare anche un modo per rendere omaggio al genio di Steve Jobs.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI