Business | Articoli

Canone, dichiarazione non detenzione: da quando si è esenti?

13 Gennaio 2017
Canone, dichiarazione non detenzione: da quando si è esenti?

I casi in cui il canone non è dovuto, le date per le nuove attivazioni e per le utenze attive: controlla che sulle bollette dell’energia sia tutto corretto.

Come è ormai noto il Canone Rai è stato inserito nella bolletta energetica. Per il 2017 l’importo è stato abbassato a 90 euro e la cifra sarà spalmata sulle varie bollette. Ci sono dei casi in cui però il canone non è dovuto, in generale nella maggior parte dei casi questi sono riconducibili alle dichiarazioni di non detenzione, ovvero quando il contribuente dichiara di non possedere un televisore e dunque di non dovere pagare il canone.

Ecco allora da quando si è esentati in ragione delle date di presentazione della dichiarazione.

Canone Rai, dichiarazione esenzione utenze elettriche già attive all’1 gennaio 2017

Per chi aveva utenze attive al 1° gennaio ed ha presentato anche in qualità di erede, la dichiarazione sostitutiva, vige l’esenzione seguente:

  • dal 1° luglio dell’anno precedente al 31 gennaio dell’anno di riferimento, il canone non è dovuto per l’intero anno (se la dichiarazione è stata cioè inviata dal 1° luglio 2016 al 31 gennaio 2017 non si paga il canone per l’intero 2017);
  • dal 1° febbraio al 30 giugno dell’anno di riferimento, il canone è dovuto per il primo semestre e non è dovuto per il secondo (se inviate cioè la dichiarazione dal il 1° febbraio 2017 pagherete il canone per il primo semestre e non per il secondo);
  • dal 1° luglio dell’anno di riferimento al 31 gennaio dell’anno successivo, il canone è dovuto per l’intero anno di riferimento, ma non per l’intero anno successivo (se inviate cioè la dichiarazione a partire dal 1° luglio 2017 inizierete ad essere esentati dal pagamento solo a gennaio 2018).

Canone Rai, dichiarazione esenzione utenze elettriche non ancora attive all’1 gennaio 2017

Chi ha utenze elettriche che siano state attivate solo dopo l’1 gennaio 2017 segue invece questo schema:

  • se la dichiarazione di non detenzione è stata inviata entro il primo mese successivo a quello di attivazione: il canone non è dovuto per l’intero anno 2017;
  • se la dichiarazione è stata inviata a partire dal secondo mese successivo a quello di attivazione dell’utenza e sino al 30 giugno 2017: il canone dal mese di attivazione al 30 giugno si pagherà, ma non sarà più dovuto a partire dall’1 luglio 2017;
  • se la dichiarazione viene inviata solo dopo l’1 luglio del 2017 (con attivazione dell’utenza nel primo semestre) ed entro e non oltre il gennaio 2018: il canone è dovuto per tutto il 2017, e non è dovuto per l’intero anno successivo.

Canone Rai: si può annullare la comunicazione di non detenzione?

La comunicazione di non detenzione può essere revocata. In questo caso l’addebito del canone in bolletta decorre dal mese di presentazione della revoca stessa.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube