HOME Articoli

Lo sai che? L’arredo dello studio professionale è tutto pignorabile

Lo sai che? Pubblicato il 19 ottobre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 19 ottobre 2012

Non si può, di per sé, considerare un bene “indispensabile all’esercizio della professione” l’arredo dello studio del professionista: pertanto esso può essere interamente pignorabile.

Secondo la Cassazione [1] non si applica, alla mobilia dello studio professionale, il limite previsto dalla legge [2] per il pignoramento degli strumenti, oggetti e libri indispensabili per l’esercizio della professione, arte o mestiere del debitore: limite che, come noto, consente il loro pignoramento solo nei limiti di un quinto e sempreché il presumibile valore di realizzo degli altri beni rivenuti dall’ufficiale giudiziario non appaia insufficiente a soddisfare il creditore.

Salvo che il debitore dimostri il contrario, gli arredi dello studio non sono direttamente collegati all’attività lavorativa e, quindi, pur con l’asporto e la vendita degli stessi, l’esercizio della professione può avvenire regolarmente e il debitore può continuare a vivere onestamente del proprio lavoro.

Nel caso di specie, una donna è stata autorizzata dai giudici a pignorare i mobili che componevano l’ufficio professionale dell’ex marito e, in particolare, le sedie, una poltrona, un tavolo e una libreria.

Per evitare il pignoramento, il soggetto passivo dell’esecuzione forzata dovrebbe dimostrare l’indispensabilità dei beni pignorati (potrebbe, per esempio, essere il caso di un computer o di una stampante) allo svolgimento del lavoro.

 

 

 

 

note

[1] Cass. sent. n. 17900 del 18.10.2012.

[2] Art. 515 cod. proc. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI