Diritto e Fisco | Articoli

Fidget spinner: come riconoscere i prodotti non a norma

9 giugno 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 giugno 2017



Il giocattolo di moda può nascondere dei rischi per i bimbi: pezzi che si staccano, vernici tossiche. Ecco come identificare dalla confezione quelli pericolosi.

Ogni estate ha la sua moda. Quest’anno, oltre a Despacito, spopola il Fidget spinner, un giocattolo diventato oggetto del desiderio per bambini e ragazzini e che, addirittura, si dice abbia delle proprietà terapeutiche nel farlo girare in mano il più velocemente possibile. Di scientifico non c’è nulla. Quel che è certo, invece, è che alcuni modelli sono pericolosi perché scadenti o tossici, forse perché fabbricati a basso costo per aumentare produzione e guadagni. Come riconoscere i prodotti non a norma, per evitare che un innocente passatempo si trasformi in una minaccia per i bambini?

Che cosa sono i Fidget spinner

I Fidget spinner sono dei piccoli giocattoli in metallo o in plastica con un foro in mezzo e due o tre estremità arrotondate. Per giocarci, basta tenere il perno centrale e dare un colpo alle estremità per far girare il Fidget spinner. Il movimento può durare diversi minuti. Costa tra i 5 ed i 15 euro, a seconda del modelli. Per i più entusiasti è un ottimo rimedio anti-stress. Per i più scettici si tratta di una moda che passerà velocemente al contrario della camomilla, che resterà sempre il miglior rimedio anti-stress.

Come riconoscere i prodotti non a norma

Come per qualsiasi altro manufatto, anche per l’acquisto di un Fidget spinner è importante controllare che ci sia il marchio CE, obbligatorio per legge sull’imballaggio di tutti i prodotti. Con la dichiarazione CE, il fabbricante si assume la responsabilità della conformità del giocattolo.

L’imballaggio, però, che deve riportare altre informazioni per permettere di riconoscere i prodotti non a norma. Ad esempio:

  • il numero di tipo, di lotto, di serie e di modello del Fidget spinner;
  • l’indirizzo del fabbricante, dell’importatore e/o del distributore (nome, ragione sociale e contatto).

Un Fidget spinner non è a norma se sulla confezione non riporta che si tratta di un giocattolo non adatto ai bambini sotto i 3 anni, anzi: in realtà dovrebbe segnalare che l’uso del prodotto è indicato per bambini di almeno 8 anni.

La Direttiva comunitaria sulla sicurezza dei giocattoli [1] impone anche che le etichette apposte sui prodotti e le istruzioni per l’uso dei giocattoli (quindi anche del Fidget spinner) richiamino l’attenzione di chi li usa o di chi controlla il loro utilizzo (nel caso in cui a giocarci sia un bambini piccolo) «sui pertinenti pericoli e sui rischi di danno che l’uso dei giocattoli comporta e sul modo di evitare tali rischi e pericoli». Insomma, riportare solo quanto è bello giocare con il Fidget spinner senza riportare eventuali rischi non è legale. Per i giocattoli di piccole dimensioni che vengono venduti senza imballaggio (come può essere questo) le avvertenze devono essere riportate direttamente sul prodotto.

Quali sono i rischi del Fidget spinner non a norma

Un Fidget spinner non a norma può nascondere, principalmente, due tipi di rischi (presenti, peraltro, in molti altri giocattoli) quando non rispettano la Direttiva europea.

Il primo è quello dell’eventuale distacco di piccole parti che possono essere facilmente ingerite dai bambini. Si tratta di dischi di plastica o di qualche sfera del cuscinetto. Nella bocca di un bambino, il rischio di soffocamento è più che evidente.

Il secondo consiste nella vernice che riveste il Fidget spinner: se, come detto prima, il fabbricante ha risparmiato in costi per aumentare produzione e guadagni e, quindi, mette sul mercato un prodotto non a norma, c’è il rischio di trovare in quella vernice del piombo o un colorante pericoloso. Anche in questo caso, pensiamo al vizio dei bambini di portare ogni oggetto in bocca, con il rischio di intossicazione.

Che cosa fare se si acquista un Fidget spinner non a norma

Quando si va in negozio ad acquistare un Fidget spinner e ci si trova davanti una confezione in cui mancano i requisiti sopra elencati, la cosa migliore da fare è una sola: non comprarlo e cercare altrove un prodotto a norma.

Se, invece, l’acquisto è stato fatto online e, quando arriva la confezione a casa, si vede che manca il marchio CE o qualcuna delle indicazioni obbligatorie per legge, conviene fare un reclamo alla ditta che lo ha spedito ancor prima di aprire l’imballaggio. Inoltre, è conveniente segnalare l’episodio ad un’associazione di consumatori. Può darsi, infatti, che quello non sia un episodio isolato e che altri acquirenti abbiano avuto la stessa esperienza.

A questo proposito, ad esempio, l’associazione Altroconsumo ha già denunciato al Ministero dello Sviluppo economico la presenza sul mercato di Fidget spinner non a norma perché carenti di qualsiasi garanzia di sicurezza.

note

[1] Direttiva 2009/48/CE.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI