Business | Articoli

Scossa terremoto centro Italia 18 gennaio

18 Gennaio 2017


Scossa terremoto centro Italia 18 gennaio

> Business Pubblicato il 18 Gennaio 2017



Nuova scossa di terremoto nel centro Italia, avvertita anche a Roma, epicentro, ipocentro, magnitudo.

Forte scossa di terremoto registrata nel centro Italia avvertita distintamente anche a Roma.

Si sono verificate nella mattinata un totale di 3 scosse, una prima alle 10.25, una seconda intorno alle 11.14 e una terza alle 11,26.Secondo le prime stime di Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) la scossa più forte, la seconda, ha avuto magnitudo 5.4. La prima 5.1 e la terza 5.3.

Scattato il panico sui social che come sempre sono il primo mezzo a rendere evidente il problema alla comunità.

18 gennaio: dove si è verificata la scossa?

Secondo le rilevazioni dell’Ingv è avvenuta a circa 30 chilometri a sud ovest di Ascoli Piceno e 110 km a nord di Roma. Il Comune più vicino è Capitignano, in provincia de L’Aquila.

Ecco dove l’Ingv identifica l’epicentro.

Dove sono epicentro e ipocentro della scossa?

L’ipocentro sarebbe a 10 km di profondità. La scossa è stata avvertita alle 10.27 lungo la fascia appenninica in Umbria.

Le zone interessate sarebbero quelle che vanno dal paese di Gualdo Tadino fino a Foligno.

La scossa è stata breve ed è stata avvertita anche a Perugia.

Al momento non si registrano segnalazioni di danni a persone o cose, ma pare ci siano stati piccoli crolli nelle zone già terremotate.

Terremoto centro Italia: piccoli crolli ad Amatrice e Accumoli

Ancora crolli nelle zone terremotate, nei comuni di Amatrice e Accumoli, (un cornicione della Scuola Alberghiera di Amatrice ad esempio
che ha ceduto in seguito alla scossa). I Vigili del Fuoco stanno compiendo ulteriori verifiche ad Amatrice e Accumoli, rese complesse dalla presenza di molta neve.

«A parte qualche crollo nella zona rossa, che immagino ci sia stato, non mi segnalano particolari criticità. Stiamo tentando di raggiungere Accumoli ma c’è molta neve», dice Stefano Petrucci, il sindaco di Accumoli, uno dei comuni più colpiti dal sisma del 24 agosto. «Stiamo messi proprio male… sono in macchina, non ho sentito la scossa, ma mi hanno detto che è stata molto forte. Su ad Accumoli i telefoni non prendono e non riesco a contattare le persone che sono lì, i dipendenti degli uffici comunali, dell’Anci, i volontari e il vicesindaco». «La Salaria è chiusa, c’è un metro di neve e su ad Accumoli sarà anche di più. Oggi – ha detto Petrucci – avevamo il consiglio comunale. Al momento non ho notizie di crolli, perché non riesco a contattare nessuno, ma nel caso saranno caduti edifici disabitati e già danneggiati».

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni,è in contatto con il capo della protezione civile Fabrizio Curcio e segue direttamente la situazione.

Commenta: scossa terremoto 18 gennaio, ci sono danni?

Continuate a seguirci per gli aggiornamenti e commentate l’articolo per dare evidenza della vostra situazione.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI