Sismabonus 2017: che cosa prevede la Manovrina del Governo

16 Giugno 2017 | Autore:
Sismabonus 2017: che cosa prevede la Manovrina del Governo

Le agevolazioni della Manovrina del Governo: detrazioni fino all’85% per l’acquisto di una casa demolita e ricostruita, oppure ampliata, in zona sismica 1.

Fino all’85% di detrazione fiscale. E’ quello che prevede grazie al Sismabonus 2017 la Manovrina del Governo, approvata dal Parlamento e diventata legge, per l’acquisto da un’impresa di costruzione o di ristrutturazione di un immobile demolito e ricostruito con criteri antisismici. Requisito principale: che la casa sia acquistata in zona sismica 1. Che cosa significa e che cosa prevede in proposito la Manovrina del Governo?

Che cos’è la zona sismica 1

La storia ha dimostrato che l’Italia ha un elevato rischio di terremoti. Ma solo nel 2003, lo Stivale è stato classificato in 4 diverse classi. La zona sismica 1 è quella a maggiore rischio di scosse. Corrisponde, secondo le mappe dell’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia (Ingv), alla fascia che percorre il Centro della penisola fino al Sud a forma di «J», ed a una parte del territorio del Nord-Est. Nello specifico, comprende il Friuli Venezia Giulia, e poi, a scendere, Abruzzo, Campania, Calabria. Certo, ci sono altre regioni come Marche o Emilia Romagna, ed anche la Sicilia o il Molise, che ci hanno insegnato quanto può essere drammatico un evento sismico. Ma, secondo i geologi, non si trovano nelle zone più a rischio.

A che serve questa classifica? Ovviamente, non a stabilire chi è il più disgraziato (sarebbe del tutto inutile) ma a capire dov’è necessario costruire con certe logiche pensando all’alta probabilità di un terremoto.

Le agevolazioni dell’Ecobonus nella zona 1

Ed ecco che arriviamo al «dunque». Per il Sismabonus 2017 che cosa prevede la Manovrina del Governo?

Per prima cosa, e per poter usufruire delle agevolazioni [2], i lavori di demolizione o di ricostruzione (compreso l’ampliamento volumetrico) devono essere fatti da imprese di costruzione o ristrutturazione nei Comuni delle zone classificate a rischio sismico 1.

Finiti i lavori, l’impresa ha 18 mesi di tempo per riuscire a vendere l’immobile. A questo punto, chi lo acquista potrà usufruire di una detrazione sul prezzo di vendita:

  • del 75% se c’è un passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore;
  • dell’85% se c’è un passaggio di due classi di rischio inferiori.

Il tetto massimo di spesa incentivabile è di 96.000 euro. Vuol dire che, nel migliore dei casi, chi acquista una casa con il Sismabonus 2017 può recuperare 81.600 euro sul prezzo di vendita. E scusate se è poco.

E’ possibile beneficiare della detrazione oppure cedere il relativo credito di imposta all’impresa che ha realizzato i lavori o ad altri soggetti privati, purché non siano istituti di credito o intermediari finanziari.


note

[1] Ordinanza Presidenza del Consiglio n. 3274/2003.

[2] Ordinanza Presidenza del Consiglio n. 3519/2006.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube