Diritto e Fisco | Articoli

Richiamo dalle ferie, che cosa succede se mi rifiuto?

20 Giugno 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 20 Giugno 2017



Quali sono le conseguenze per il lavoratore che si rifiuta di rientrare anticipatamente dalle ferie? 

Il mio datore di lavoro vuole che torni immediatamente dalle ferie; mi trovo in una località estera molto lontana e non riesco a rientrare: può obbligarmi al rientro e, soprattutto, può licenziarmi se mi rifiuto?

Nonostante di solito azienda e dipendente decidano il periodo di fruizione delle ferie di comune accordo, l’ultima parola, sull’argomento, spetta sempre al datore di lavoro: è quest’ultimo, difatti, secondo il codice civile [1], ad avere il potere di stabilire quando “mandare in vacanza” il dipendente, tenendo conto, comunque, delle sue esigenze e nel rispetto del periodo minimo di ferie annuali previsto dal Decreto sull’orario di lavoro [2] e di un congruo preavviso.

In buona sostanza, il datore di lavoro può spostare le ferie a suo piacimento, confrontando, in ogni caso, le esigenze dell’azienda con quelle del lavoratore: deve inoltre assicurare al dipendente la fruizione di un minimo di 2 settimane di ferie nell’anno di maturazione (l’ulteriore periodo di ferie, pari a un minimo di 2 settimane, deve essere fruito entro i 18 mesi successivi alla maturazione) e dargli un preavviso minimo, relativamente alle modifiche del periodo di vacanza concordato.

Richiamo dalle ferie: risarcimenti e rimborsi

Nel caso in cui il datore sposti le ferie all’ultimo minuto, o, peggio, chieda al lavoratore già in ferie di riprendere servizio, anche se tale comportamento rientra nei suoi poteri non vuol dire che non vi siano delle conseguenze.

Non essendo stato fornito il congruo preavviso, difatti, il datore di lavoro è tenuto a risarcire il lavoratore, relativamente ai disagi subiti per il rientro anticipato: ciò significa, in parole semplici, che devono essere rimborsate le spese di viaggio e i costi dovuti allo spostamento della prenotazione, oltre ad ulteriori spese e pregiudizi.

Alcuni contratti collettivi, a tal proposito, prevedono esplicitamente i costi che devono essere rimborsati al dipendente ed eventuali indennizzi: il contratto collettivo del settore sanitario [3], ad esempio, dispone, in caso di interruzione o sospensione delle ferie per motivi di servizio, che il lavoratore ha diritto al rimborso delle spese documentate per il viaggio di rientro in sede e per quello di eventuale ritorno al luogo di svolgimento delle ferie, nonché all’indennità di missione per la durata dei viaggi stessi. Il lavoratore ha inoltre diritto al rimborso dei costi anticipati e documentati relativi al periodo di ferie non goduto.

Una disposizione simile è contenuta anche nel contratto collettivo commercio, senza, tuttavia, la previsione dell’indennità di missione; dello stesso avviso anche gli orientamenti applicativi dell’Aran (l’Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni).

Rifiuto di rientrare

Il lavoratore, come abbiamo detto, non può rifiutarsi di rientrare o di accettare lo spostamento delle ferie. Tuttavia, se questi si trova in ferie e non è reperibile, nel caso in cui non sia previsto, dai contratti collettivi o dal contratto individuale, un obbligo di reperibilità durante le ferie, non può essere licenziato per non aver ripreso anticipatamente servizio.

Come precisato da una nota sentenza della Cassazione [4], difatti, l’obbligo di disponibilità durante le ferie deve essere espressamente pattuito: il generico obbligo di reperibilità in capo ai lavoratori dipendenti, invece, si riferisce ai periodi lavorativi.

note

[1] Art. 2109 Cod. Civ.

[2] D.lgs n.66/2003.

[3] Art.19 Ccnl sanità.

[4] Cass. sent. n. 27057/2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI