Diritto e Fisco | Articoli

Appartamento condominiale pignorato: come si ripartisce il suo debito?

24 Giugno 2017
Appartamento condominiale pignorato: come si ripartisce il suo debito?

Condominio costituito da 6 scale/civici. Il debito per le spese condominiali di un immobile pignorato dovrà essere suddiviso su tutto il condominio o solo sulle proprietà del civico in cui insiste l’appartamento pignorato?

La risposta al quesito presuppone che sia data conferma ad un dato preliminare. È cioè indispensabile sapere se esistono parti comuni a tutti i sei edifici, cioè se tutti i condomini-proprietari che abitano le sei distinte scale dispongono di parti (ad esempio viali, cortili, parcheggi e simili) che per loro destinazione o per l’uso che se ne fa possano considerarsi comuni a tutti e sei i civici e non ad alcuni soltanto di essi. Se così fosse, ci troveremmo dinanzi al cosiddetto “supercondominio[1] che non è altro se non quel fenomeno che si verifica allorchè esistono parti comuni a più edifici o a più condomini. Questa premessa risulta essenziale perché alla domanda del lettore si risponde dicendo che i debiti del condomino moroso, ove nel suo caso esistessero i presupposti per dirsi esistente un supercondominio (ed il presupposto è, appunto, quello che si è indicato poco sopra: cioè l’esistenza di parti comuni a tutti indistintamente i sei edifici), andrebbero ripartiti a seconda che facciano riferimento a debiti relativi esclusivamente alle parti comuni alla singola scala ovvero a debiti relativi alle parti comuni di tutti e sei i civici. In altri termini: i debiti del condomino, ove esistessero parti comuni a tutti e sei i civici, andrebbero distinti in debiti per le spese della parti comuni della singola scala (da ripartirsi solo fra i proprietari di quella scala) e debiti per le spese relative alle parti comuni a tutti i civici (da ripartirsi ovviamente fra tutti i proprietari di tutti i civici). Naturalmente, tale ripartizione richiederebbe una contabilità distinta che l’amministratore dovrebbe aver cura di tenere. In ogni caso, se esistono parti comuni a tutti i civici, la ripartizione da tenere in considerazione è quella indicata indipendentemente dal fatto che vi sia stata o meno una distinta gestione contabile per il supercondominio e per le singole scale.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte


note

[1] Art. 1117 bis cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube