HOME Articoli

Lo sai che? Il fondo patrimoniale inattaccabile da Equitalia per debiti non attinenti ai bisogni familiari

Lo sai che? Pubblicato il 25 ottobre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 25 ottobre 2012

I beni inseriti nel fondo patrimoniale non possono essere ipotecati da Equitalia per debiti previdenziali o assicurativi.

I beni inseriti nel fondo patrimoniale sono destinati unicamente a garantire i bisogni primari della famiglia e, pertanto, non possono essere ipotecati da terzi come Equitalia, anche se per debiti dovuti ad oneri previdenziali o assicurativi.

Con tale motivazione, il Tribunale di Teramo ha accolto il ricorso di un industriale, condannando Equitalia non solo a cancellare l’ipoteca (di circa 800 mila euro) iscritta sui beni del debitore, ma anche alle spese processuali [1]. In particolare, l’imprenditore si era trovato a far fronte a un debito di € 450.000 vantato dall’Inps, per la mancata concessione di alcuni sgravi.

Per recuperare il credito dell’istituto di previdenza, Equitalia aveva iscritto ipoteca sulla casa familiare del contribuente e su alcuni terreni, nonostante gli stessi fossero stati – alcuni anni prima – conferiti in un fondo patrimoniale.

Con la sentenza in commento, il giudice ha posto fine a un evidente abuso dell’Agenzia di riscossione: è del tutto illegittimo, infatti, ipotecare o pignorare beni inseriti nel fondo quando il debito (da cui l’ipoteca ha causa) non è riconducibile a bisogni familiari, come nel caso di un debito per contributi previdenziali o assicurativi.

di ANDREA BORSANI

note

[1] C.T.R. Piemonte sez. VI 21.10.2009 n.54; C.T.P. Grosseto, sez. IV, 30-11-2009, n.280; C.T.P. Milano, sez. XXI, 20-12-2010, n. 437; C.T.P. Mantova, sez. 1, 10-06-2008; C.T.P. Padova sez. I del 20 gennaio 2011.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. Buongiorno Avvocato oggi domenica o voluto cercare su internet il fondo familiare e o trovato i suoi commenti.
    Sono anchio un imptrenditore piccolo del piemonte,ma figlio di meridionali siciliani venuti in piemonte negli anni 50 per non morire di fame.
    Avrei di bisogno di poterle parlare per poter avere un consiglio da lei se mi potesse far avere un recapito telefonico le sarei grato.

  2. Buongiorno Avvocato,
    le chiedo conferma dell’efficacia e della non revocabilità del fondo patrimoniale da parte del Fisco laddove avvenisse quanto segue: Tizio ha oggi un accertamento in corso e fatta istanza per adesione pagherà il suo debito ratealmente come previsto dalla normativa. Nessun altro debito al momento. Tizio decide di tutelarsi, quindi si sposa, costituisce il fondo in cui fa confluire casa e denari-titoli (propri e del coniuge). Qualora, a fondo costituito, il fisco facesse un nuovo accertamento e iscrivesse a debito nuovi importi di cui Tizio non avesse più disponibilità, il fondo potrebbe essere revocato?? E quali conseguenze a quel punto per Tizio? Grazie anticipato per la risposta

    1. Gent. Lea
      come riportato nell’articolo, non si può fare una regola generale, ma dipende dalla natura delle imposte – se attinenti o meno ai bisogni familiari –

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI