Diritto e Fisco | Articoli

Medicina indispensabile per curarsi? Paga il Servizio Sanitario Nazionale

25 agosto 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 25 agosto 2017



Se il paziente riesce a provare che un determinato farmaco è per lui indispensabile e insostituibile, quella medicina verrà posta a carico del Ssn, anche se di regola non è rimborsabile.

Immaginiamo che una persona sia malata e ci sia un solo farmaco sul mercato che possa curare efficacemente la sua patologia. È giusto che tale persona debba pagare la medicina se non è “rimborsabile” dal Servizio Sanitario Nazionale (Snn)? In una sentenza del Tribunale di Nola [1] si dice che se il paziente riesce a provare che un determinato farmaco è per lui indispensabile e insostituibile, quella medicina verrà posta a carico del Ssn anche se, di regola, non lo è. In altre parole, se la medicina è indispensabile per curarsi paga il Servizio Sanitario Nazionale.

La vicenda

Un uomo diceva di aver avuto una reazione allergica dopo essere stato punto da un particolare tipo di ape e che si era dovuto sottoporre a un vaccino anallergico molto costoso, unico trattamento efficace nel suo caso. Chiedeva, quindi, che gli fosse riconosciuta una somma a titolo di rimborso per l’acquisto del farmaco.

Per capire se un farmaco è a carico del Ssn bisogna guardare il prontuario terapeutico

Come capire se un farmaco è a carico del Ssn?

Per capire se un farmaco è a carico del Ssn, bisogna fare riferimento al prontuario terapeutico, approvato dal ministro della Sanità con proprio decreto: si tratta di un documento che contiene tutte le informazioni essenziali sulle specialità medicinali che possono essere prescritte a carico del Ssn e che raccoglie tutti i provvedimenti riguardanti l’introduzione e la rimborsabilità dei nuovi medicinali. In particolare, i farmaci prescrivibili a carico del Ssn sono individuati in base al criterio della efficacia terapeutica e della economicità del prodotto: a seconda, cioè, della funzione che hanno e di quali malattie curano e del costo.

Il diritto alla salute prevale sempre

Se un farmaco non è a carico del Ssn può diventarlo?

Nel prontuario in questione, poi, ci deve essere un apposito elenco di farmaci destinati al trattamento delle situazioni patologiche di urgenza, delle malattie ad alto rischio, delle malattie che necessitano di una terapia di lunga durata e alle cure necessarie per assicurare la sopravvivenza nelle malattie croniche. In tutti questi casi non è dovuta alcuna quota di partecipazione da parte del paziente. Inoltre, il prontuario può non essere applicato se la medicina di cui un determinato paziente ha bisogno è per lui indispensabile e insostituibile per curare la sua specifica patologia. In sostanza, anche se questa medicina rientra tra quelle non rimborsabili, lo diventa in presenza di una malattia non curabile altrimenti. Il diritto alla salute [2], quindi, deve sempre prevalere.

Bisogna provare che la medicina è indispensabile e insostituibile

Cosa provare per farsi rimborsare la spesa dal Ssn?

È l’interessato, però, a dover provare la sussistenza dei requisiti della indispensabilità e insostituibilità del farmaco: solo così, la medicina, anche se non compresa nel prontuario terapeutico, può essere posta a carico del Ssn, disapplicando il prontuario terapeutico. Tale prova potrà essere fornita, ad esempio, facendosi rilasciare dall’ospedale o dal proprio medico un documento che attesti il tipo di malattia e l’importanza di un dato farmaco per curarla oppure esibendo ricerche scientifiche tratte da riviste o da internet che provino questo aspetto (magari sempre indicate dal medico di famiglia).

note

[1] Trib. Nola sent. n. 2457 del 26.10.2016.

[2] Art. 32 Cost.

Fonte della sentenza: lesentenze.it

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. la disfunzione eretile puo’ essere considerata malatia? si puo’ richiedere il farmaco adeguato al S.S.N’?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI