Diritto e Fisco | Articoli

Esistono polizze assicurative per il cane?

26 giugno 2017


Esistono polizze assicurative per il cane?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 giugno 2017



Così funzionano le assicurazioni sul cane e sugli animali domestici per danni a terzi e responsabilità civile del padrone, nonché per il caso di malattia e conseguenti spese veterinarie.

Il padrone del cane o chi lo detiene anche per un periodo breve (si pensi al dog sitter) sono responsabili per tutti i danni o le aggressioni prodotte dall’animale. La legge impone loro, pertanto, di adottare tutte le cautele necessarie a prevenire ogni possibile reazione dell’animale, anche quelle più imprevedibili. Diversamente il padrone ne risponde penalmente (con un’incriminazione per il reato di lesioni colpose) e civilmente, con l’obbligo di risarcire i danni alla persona danneggiata. Per evitare di correre rischi superiori alle proprie possibilità economiche è allora il caso di chiedersi se esistono polizze assicurative per il cane. Cerchiamo di scoprire qual è l’attuale panorama offerto dalle assicurazioni.

La responsabilità del padrone del cane

A volte, i danni causati da un cane, specie se aggressivo, possono essere particolarmente elevati: si pensi al morso ad una mano, con asportazione della carne; alla spinta nei confronti di una vecchietta che, travolta, cade a terra e si frattura un arto; o ancora all’assalto determinato da semplice euforia che scaraventi un bambino al di là di un muretto. Il padrone dell’animale deve essere pronto a risarcire i danni causati a terzi, non potendo difendersi sostenendo di aver messo il cane in un recinto, sotto guinzaglio, che lo stesso gli sia sfuggito o, ancora, che sia stato aizzato o stuzzicato dal passante. Ad esempio, nel caso in cane di grossa taglia, in grado di fare male, affinché il proprietario possa escludere ogni colpa per eventuali danni non è sufficiente che ponga l’animale in una zona recintata, ma è necessario che tale luogo non sia facilmente accessibile da passanti, esposti al rischio di improvvisi assalti, e sia inoltre idoneo a prevenire la fuga del cane.

Le assicurazioni per i cani

È impossibile peraltro stabilire fino a che punto si possa sorvegliare un cane, specie quando questo viene lasciato al parco libero di correre. Chi non può controllare tutta la giornata il quadrupede e teme che questi possa provocare danni meglio può stipulare una polizza proprio come per i danni delle auto. Infatti, esistono polizze assicurative per il cane previste dalle compagnie, stipulabili anche online. Basta navigare in Internet per valutare le offerte e richiedere i preventivi delle compagnie assicurative. È possibile scegliere e registrare l’assicurazione per il proprio cane anche tramite servizi on-line.

Quali eventi copre l’assicurazione sul cane?

La maggior parte delle assicurazioni offre un pacchetto responsabilità civile specifico per il cane; esso può essere anche associato alla assicurazione del padrone. La polizza copre la responsabilità civile per tutti i danni cagionati dall’animale a terzi. Con tale contratto, stipulabile presso gran parte delle assicurazioni (anche online), si può evitare il rischio di processi costosi e lunghi ed essere, nello stesso tempo, sollevati dal pagamento del risarcimento danni. Bisogna verificare bene le condizioni di polizza perché queste potrebbero richiedere un minimo di diligenza da parte del padrone e non coprire i danni causati dall’animale se c’è un’incuria del proprietario nella sorveglianza.

Ad essere coperti dalla polizza assicurativa sul cane non sono solo i danni da questi prodotti a terzi, ma anche le eventuali spese legali per il processo.

C’è poi l’assicurazione sulla malattia che copre e rimborsa le spese veterinarie.

Attenzione: l’assicurazione può solo coprire la responsabilità civile del padrone dell’animale, ossia l’obbligo di risarcire i danni, ma non anche la responsabilità penale; il che significa che il processo conseguente al reato di lesioni colpose si terrà lo stesso.

L’assicurazione sul cane è obbligatoria?

L’assicurazione della responsabilità civile è obbligatoria solo per i proprietari di cani che abbiano manifestato precedenti episodi pericolosi a prescindere dalla razza di appartenenza.

Quanto costa e fino a quanto risarcisce l’assicurazione sul cane?

Come per le auto, anche per i cani le condizioni contrattuali delle assicurazioni variano da compagnia a compagnia. Ci sono alcune assicurazioni che costano poco (circa 20 o 30 euro all’anno), ma offrono massimali minimi pari a mille o 2mila euro: sicuramente limiti troppo bassi anche per un semplice morso alla mano. Si pensi che per una caduta con rottura della gamba il risarcimento non è mai inferiore a 5mila euro.

In ogni caso, gran parte delle assicurazioni presentano un costo variabile tra i 60 e i 170 euro, con massimali piuttosto alti e con coperture massimali fino a 500.000 euro.

Qualsiasi sia l’assicurazione sul cane prescelta è sempre bene leggere le clausole della polizza. Difatti una delle più frequenti clausole è quella che esclude dalla copertura assicurativa alcune razze di cani che sono incluse nella vecchia black list e per alcune patologie.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI