Diritto e Fisco | Articoli

Invalidità civile e accompagnamento, devo dichiararli?

28 Giugno 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 Giugno 2017



La pensione d’invalidità civile e l’assegno di accompagnamento devono essere inseriti nella dichiarazione dei redditi?

 

Invalido al 100%, percepisco la pensione d’invalidità e l’assegno di accompagnamento: devo inserirli nel 730?

Chi deve presentare la dichiarazione dei redditi, tramite modello 730 o modello Redditi (che sostituisce il modello unico) deve sapere che non tutti gli introiti percepiti devono essere inseriti in dichiarazione.

Alcuni redditi, difatti, non devono essere inseriti in quanto già assoggettati a tassazione separata a titolo d’imposta: è il caso del tfr, il trattamento di fine rapporto, che viene tassato in modo differente e non va dichiarato, poiché si tratta di un reddito formatosi in più anni che, se assoggettato all’imposta nell’anno di percezione, penalizzerebbe ingiustamente il lavoratore.

Vi sono poi dei redditi che non devono essere dichiarati in quanto esenti da imposizione: questo è il caso della pensione d’invalidità e dell’assegno di accompagnamento, delle prestazioni di assistenza che, in base alle previsioni del testo unico delle imposte sui redditi, non vanno assoggettate a tassazione.

Non tutte le prestazioni destinate agli invalidi, però, sono esenti, in quanto alcune non sono prestazioni meramente assistenziali, ma derivanti dal rapporto assicurativo con l’Inps: parliamo, in particolare, dell’assegno ordinario d’invalidità, che è tassato normalmente.

Facciamo allora, per non confonderci, un breve punto della situazione sulle prestazioni, esenti da dichiarazione e non, destinate agli invalidi.

Assegno di accompagnamento

L’assegno di accompagnamento è una prestazione di assistenza, pari a 515,43 euro mensili, prevista per chi è invalido al 100% e:

  • ha necessità di deambulare con l’aiuto di un accompagnatore;
  • ha necessità di assistenza per compiere gli atti fondamentali della vita.

L’assegno è erogato a prescindere dal reddito dell’interessato ed è esente da imposizione, quindi non va dichiarato nel 730 o nel modello redditi.

Pensione per invalidi civili totali

La pensione  destinata agli invalidi civili totali è pari a 279,47 euro mensili: possono percepirla soltanto coloro che possiedono un’invalidità del 100% e possiedono un reddito annuo non superiore a 16.532,10 euro.

Anche questa pensione è esente da tassazione e non va inserita nella dichiarazione dei redditi.

Assegno di assistenza

L’assegno di assistenza, o pensione per invalidi civili parziali, ammonta ugualmente a 279,47 euro mensili, ma il limite di reddito annuo per ottenerla è pari a  4.800,38 euro. Possono ottenere questa pensione coloro che possiedono un’invalidità dal 74% al 99%. Anche l’assegno di assistenza è esente da tassazione.

Assegno ordinario d’invalidità

L’assegno ordinario d’invalidità, invece, deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi: non si tratta, difatti, di una prestazione puramente assistenziale, ma di una prestazione che trova il suo fondamento nel rapporto assicurativo con l’Inps. Sono difatti necessari 5 anni di contribuzione per ottenerlo, di cui 3 accreditati nell’ultimo quinquennio.

L’assegno ordinario di invalidità non va confuso, dunque, con la pensione d’invalidità: mentre quest’ultima è una prestazione di assistenza per cui non è richiesto il possesso di  contributi previdenziali, l’assegno ordinario è una prestazione economica legata ai contributi posseduti. L’assegno, inoltre, è riconosciuto con dei presupposti differenti: è erogato, difatti, a chi possiede un’infermità fisica o mentale che determini una riduzione superiore ai 2/3 della capacità lavorativa.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

3 Commenti

  1. HO UN IVALIDITA AL 67X100 + UNA UNA INVALIDITA’ , PER LA PERDITA DI UN OCCHIO SUL LAVORO AL 25 X100, POSSO CHIEDERE UN ASSEGNO DI SOSTEGNO MENSILE?
    GRAZIE !!
    GIORGIOGRIMOLDI @ LIBERO .IT

  2. per sbaglio del commercialista non abbiamo dicchiarato la pensione ordinaria di inabilità (€ 370) per il 2016 e 5 mesi 2015
    Cosa fare adesso? Le multe sono alte? il reddito di mio marito era – 0- nel 2015; e ca. 230 nel 2016
    Siamo semplicemente disperati

  3. salve siamo 2 ultrasettantenni io ho un reddito di 8150 euro e in luglio mi hanno ricaricato la carta acquisti di 80 euro. con un isee di 5200euro

    mia moglie ha un cud di 6400 euro piu essendo invalida con gravita 3comma 3 ha havuto dall’inps il riconoscimento dell’accompagnamento pari a euro 516 mensili sempre con un isee di 5200 euro ora non capisco ,se l’accompagnamento non fa reddito , perche’ non gli hanno ricaricato la carta acquisti?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI