Diritto e Fisco | Articoli

Nudisti: come evitare denunce?

28 Giugno 2017
Nudisti: come evitare denunce?

Sono nudista. È possibile avere una dichiarazione scritta da uno studio legale da mostrare alle forze dell’ordine, che possa avere validità legale per bloccare sul nascere un’eventuale denuncia?

 

Il reato contravvenzionale di atti contrari alla pubblica decenza [1] è reato per integrare il quale, come insegna la stessa Cassazione, occorre che il giudice valuti il modificarsi dei costumi sull’intero territorio nazionale, mode (costumi generalizzati ed accettati) e mass media (televisione, radio e giornali quali fabbrica e specchio del comune sentire, del generale stato di accettazione del mutamento di costume, della tolleranza nel pluralismo) [2]. Ciò significa che ciò che ieri poteva considerarsi contrario alla pubblica decenza, domani magari non lo sarà più.

Nel caso del lettore, nessuno, allo stato, può dire se per giungere alla assoluzione si sarebbe dovuto arrivare in Cassazione o no.

Ciò premesso, nessuna utilità può avere una dichiarazione scritta di uno studio legale per evitargli “noie” circa possibili contestazioni future. Difatti, ove dovesse capitargli nuovamente di essere fermato da agenti di Polizia o da Carabinieri (chiamati da persone “disturbate” dal perizoma), gli agenti non potranno, nell’esercizio delle loro funzioni, che verbalizzare i fatti e comunicarli all’Autorità procedente: trattandosi, infatti, di una contravvenzione, essa è perseguibile d’ufficio, ragion per cui gli agenti che accertano il fatto non possono che verbalizzarlo e trasmetterne notizia alla Procura. Sarà questa a valutare se nei fatti contestatigli possa o meno ravvisarsi il reato suddetto o meno.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte


note

[1] Art. 726 cod. pen.

[2] Cass. sent. del 13 novembre 1996, rv. 206397.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube