Business | Articoli

Bonus bebé: occhio ai controlli dell’Inps

27 Gennaio 2017


Bonus bebé: occhio ai controlli dell’Inps

> Business Pubblicato il 27 Gennaio 2017



Si stringono i controlli sull’Isee: il bonus bebè a rischio per chi ha «forzato» la dichiarazione unica per rientrare nel limite.

Il bonus bebè è a rischio per chi è rientrato nei limiti di reddito effettuando qualche « forzatura » nella dichiarazione sostitutiva unica, per poter rientrare nel limite previsto di 25mila euro, oltre il quale il bonus non spetta.

Vediamo come funziona il bonus e su cosa vertono i controlli Inps.

Bonus bebé: come funziona?

Il bonus è erogato a favore di chi ha un Isee massimo di 25mila euro e consiste in un assegno di 80 euro mensili per i primi tre anni del figlio. Il bonus è valido, ovviamente, anche in caso di adozione ed affido e in questi due casi decorre dal momento in cui l’affido o l’adozione vengono concessi.

Cosa controlla l’Inps?

L’Inps controllerà in particolare da quest’anno in maniera approfondita la dichiarazione unica da cui l’Isee deriva, per verificare eventuali omissioni o difformità nel patrimonio immobiliare.

Inoltre al fine di verificare che i contributi del bonus bebè siano effettivamente erogati alle famiglie bisognose, l’Inps ha inoltre istituito un altro processo di controllo, attraverso la richiesta di presentazione del modello SR163. Tale modulo è necessario per verificare l’effettiva corrispondenza tra l’Iban indicato nella domanda di assegno e la titolarità del conto a cui l’Iban stesso si riferisce.

Cosa succede se l’Inps rileva una difformità con l’Isee?

Se l’Inps rileva una difformità nella dichiarazione e di conseguenza nell’Isee, procede a sospendere l’istruttoria per la richiesta del sussidio o, nel caso in cui il bonus sia già stato erogato, a stopparne l’erogazione, dandone comunicazione al beneficiario.

Dall’avviso il beneficiario avrà un termine di 30 giorni per presentare un’altra dichiarazione sostitutiva finalizzata ad ottenere un nuovo Isee in ragione del quale l’Inps, controllatane la correttezza, potrebbe erogare nuovamente il bonus.

Cosa succede al bonus se l’Isee è scaduto?

La scadenza dell’Isee è di due mesi a partire da quando è stato emesso. Di conseguenza, qualora il certificato sia stato ottenuto troppo presto rispetto alla nascita del bimbo, bisognerà richiedere un nuovo certificato.

Per sapere come fare ti consigliamo di controllare il nostro approfondimento ISEE: cos’è, come funziona, come richiederlo. La guida completa.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI