HOME Articoli

Lo sai che? Copertura del garage: come si dividono le spese?

Lo sai che? Pubblicato il 3 luglio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 3 luglio 2017

Condominio: quale criterio per dividere i costi derivanti dall’impermeabilizzazione della copertura dei garage e autorimesse sotto l’edificio?

Come periodicamente bisogna provvedere al rifacimento della copertura dell’edificio, spesso accade che si debba fare altrettanto con quella dei garage quando questi non ricadono sotto la linea perpendicolare del tetto o del lastrico solare e sono separati dall’edificio condominiale. A volte infiltrazioni di acqua piovana o di irrigazione possono comportare danni ai locali sottostanti. In tale caso, l’amministratore deve procedere ad affidare al più presto i lavori a una ditta edile che provvede all’impermeabilizzazione. I dolori arrivano però nel momento in cui bisogna procedere alla ripartizione dei costi, ripartizione che comunque può avvenire solo tra i titolari di posto auto coperti. Come si dividono le spese di copertura del garage? Cercheremo di capirlo qui di seguito.

Il problema non si pone tutte le volte in cui i garage fanno parte dell’asse dell’edificio poiché, in tal caso, essi non avranno un’autonoma copertura ma rientrano in quella dell’edificio.

Per le spese richieste dalla copertura di posti auto separati dall’edificio condominiale si applicano criteri diversi a seconda che la superficie sia calpestabile o meno:

  • se la copertura del garage è calpestabile, come nel caso in cui sia costituita da un cortile o un giardino condominiale, la spesa viene così ripartita: a carico di coloro che utilizzano il piano di calpestio sono le spese da questo richieste; e a carico dei proprietari dei garage sottostanti sono invece le spese riguardanti l’intonaco, la tinteggiatura e la decorazione del soffitto [1]. In entrambi i casi la divisione della spesa avviene per millesimi di proprietà [2];
  • viceversa se la copertura non è calpestabile la spesa dev’essere sostenuta dai soli proprietari di garage o posti auto [3], anche in questo caso secondo millesimi.

note

[1] Per analogia con l’art. 1125 cod. civ., che regola la manutenzione e la ricostruzione dei soffitti, delle volte e dei solai. Così Cass. sent. n. 18194/2005.

[2] Trib. Bergamo sent. del 27.04.2000.

[3] Art. 1123 co. 3 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI