Business | Articoli

DVR Valutazione rischi: va in galera chi non mette la data

5 Giugno 2013
DVR Valutazione rischi: va in galera chi non mette la data

Anche se la legge non lo prevede espressamente, la mancanza di data sul DVR è sanzionabile anche con l’arresto.

Va in galera chi non scrive la “data”. Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di una notizia bomba, studiata ad arte solo per tirare qualche migliaio di letture. Ma non è così. È invece possibile incappare in sanzioni o addirittura nell’arresto se non si appone una data certa sul documento di valutazione rischi (DVR).

A dirlo è il Ministero del Lavoro d’intesa con l’Inail che hanno fornito indicazioni ai datori di lavoro per la compilazione del documento. Lo scorso primo giugno è scattato, infatti, l’obbligo, per le imprese fino a 10 dipendenti, di adottare le procedure standardizzate di valutazione dei rischi.

La data, dunque, deve essere sempre presente e, anche se non previsto espressamente dalla legge la sua mancanza viene sanzionata in modo assai severo.

Inoltre, la data deve essere certa. A tal fine, la data può essere attestata dalla sottoscrizione del documento da parte del Rspp, Rls o Rlst e del medico competente ove nominato. In mancanza di tali figure, la data certa va documentata con pec o altra forma forma prevista dalla legge.

Il Ministero ritiene valida la cosiddetta “auto prestazione” con l’apposizione del timbro direttamente sul documento.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube