Business | Articoli

InRail assume diplomati: come partecipare alla selezione

25 Gennaio 2017 | Autore:
InRail assume diplomati: come partecipare alla selezione

Formazione obbligatoria gratuita e inserimento lavorativo: ecco il programma di assunzioni di InRail e come candidarsi.

InRail – impresa ferroviaria con sede legale e amministrativa a Genova e sedi operative a Udine e Nova Gorica (Slovenia), sta per assumere nuovo personale attraverso un percorso di inserimento lavorativo che prevede un periodo di formazione obbligatorio e gratuito di 600 ore. Al termine del corso i partecipanti otterranno abilitazioni e le competenze per la mansione di formatore e verificatore.

Per partecipare alla selezione è necessario avere alcuni requisiti specifici. Ecco quali.

InRail assume: i requisiti

InRail cerca giovani diplomati interessati ad iniziare la carriera nel campo del settore trasporti.

I requisiti per partecipare sono i seguenti:

  • età non inferiore a 21 anni;
  • residenza o domicilio fiscale in Friuli Venezia Giulia;
  • vista di dieci decimi (sono esclusi per ragioni di sicurezza i daltonici);
  • preferenziale la conoscenza dell’inglese e di una delle due lingue seguenti:
    • tedesco
    • sloveno
  • avere conseguito un diploma in una delle seguenti aree di specializzazione:
    • tecnico elettronico
    • elettronico
    • meccanico.

Come presentare candidatura?

Per presentare domanda di ammissione alla selezione bisogna inviare un cv entro il 06/02/2017 a ido.ubf@regione.fvg.it specificando nell’oggetto “Riferimento InRail – annuncio 7784 formatore treno e verificatore veicoli ferroviari”.

Altre opportunità di lavoro nel settore trasporti

Sono disponibili anche ulteriori opportunità di lavoro nel settore trasporti. Trovi i dettagli nel nostro articolo Lavoro nel settore trasporti? Italo assumerà 160 addetti.


note

Autore immagine: InRail.it


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube