Diritto e Fisco | Articoli

Poste Italiane: Cerca spedizioni. Come cercare le raccomandate

9 luglio 2017


Poste Italiane: Cerca spedizioni. Come cercare le raccomandate

> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 luglio 2017



La pagina internet di Poste Italiane per tracciare il percorso della raccomandata a.r. cambia nome e da «Dove e Quando» diventa «Cerca spedizioni».

Poste Italiane garantisce l’arrivo della raccomandata a.r. in un tempo minimo che va da tre a cinque giorni a decorrere dalla data di spedizione. Significa che, escluso il giorno della consegna della busta all’ufficio postale, la stessa arriverà a destinazione non oltre quattro giorni dopo. Tuttavia, per avere la certezza legale che la raccomandata è stata consegnata e sapere il giorno in cui ciò è avvenuto è necessario attendere l’arrivo del cosiddetto «avviso di ricevimento». Grazie però a internet è possibile tracciare la raccomandata e, in qualsiasi momento, sapere dove si trova, presso quale ufficio è in giacenza, se è stata consegnata e in che data. Insomma, collegandosi a una pagina web di cui a breve ti daremo l’indirizzo, si può anticipare la conoscenza dell’avviso di ricevimento. Questo servizio di Poste Italiane, che un tempo si chiamava «Dove e Quando», ora va sotto il nome di «Cerca Spedizioni». Si tratta di un servizio gratuito, consultabile da internet, ma senza valore di certificazione. Questo significa che se devi dimostrare di aver spedito una raccomandata, ma hai perso la ricevuta di ritorno (con la firma del destinatario), non puoi stampare la pagina internet di Poste Italiane, ma devi chiedere un duplicato della ricevuta di ritorno. In questo articolo comprenderemo come funziona il sistema Cerca Spedizioni di Poste Italiane e, in definitiva, come sapere dove si trova una raccomandata.

Con Cerca Spedizioni puoi sapere gratuitamente se la raccomandata è stata consegnata

A che serve la raccomandata a.r.?

Perché scegliere una raccomandata rispetto a una lettera normale? Chi spedisce una raccomandata lo fa per avere, tra le mani, la prova legale dell’invio e del ricevimento della lettera. Ecco perché si ricorre alla «raccomandata con avviso di ricevimento» o più comunemente detta «raccomandata a.r.». L’avviso di ricevimento è il cartoncino bianco che compila il mittente all’atto della spedizione e che consegna all’ufficio postale insieme alla raccomandata. Quando postino consegna al destinatario la busta, gli fa firmare anche l’avviso di ricevimento che ha così la funzione di attestare la consegna della lettera. Tale ricevuta viene poi spedita al mittente che, in questo modo, ha tra le mani la prova della data di ricevimento della raccomandata. Questa certificazione, in quanto curata dal postino – che per legge è un pubblico ufficiale – ha valore legale e non può essere scardinata con una qualsiasi prova contraria. Per contestare il valore legale dell’avviso di ricevimento è necessario infatti un particolare procedimento chiamato «querela di falso» e che richiede una causa in tribunale. Quindi, non si può mettere in discussione, con una semplice dichiarazione, la prova del ricevimento di una raccomandata costituita dall’avviso di ricevimento.

Con quali prodotti postali funziona Cerca Spedizioni di Poste Italiane?

Con il servizio Cerca Spedizioni di Poste Italiane puoi tracciare la data di spedizione, il luogo di giacenza e l’eventuale consegna di lettere raccomandate e non solo. L’elenco di prodotti postali per i quali funziona il servizio online di Cerca Spedizioni è assai ampio e ricomprende:

  • raccomandate;
  • raccomandate a.r. (con «avviso di ricevimento»);
  • raccomandate 1, ossia quelle che vengono consegnate entro un giorno (escluso quello di spedizione);
  • assicurate;
  • postapriority internazionale;
  • atti giudiziari come, ad esempio, intimazioni di sfratto, citazioni, intimazioni a testimoni, ecc.

Come funziona Cerca Spedizioni di Poste Italiane?

Se vuoi sapere dove si trova una lettera raccomandata, un pacco, un atto giudiziario che hai spedito o che ha spedito un’altra persona è necessario che tu abbia a disposizione:

  • il codice della raccomandata: questo codice si trova sulla cosiddetta velina, ossia il foglietto che viene compilato in carta copiativa dal mittente nel momento in cui spedisce la raccomandata. È composto da numerosi numeri;
  • un computer connesso a internet.

A questo punto è molto facile rintracciare una raccomandata e sapere se è stata spedita, dove si trova e se è stata consegnata. Tutto ciò che devi fare è collegarti a questa pagina internet di Poste Italiane. Nel lato destro della pagina c’è un’area ove è scritto Cerca Spedizioni. Accanto troverai un punto interrogativo grigio cliccando sul quale ti verrà spiegato a che serve questa funzione e come funziona. Sotto la scritta Cerca Spedizioni c’è una linea continua sopra la quale dovrai scrivere il codice della raccomandata, dell’atto giudiziario o del pacco che desideri tracciare. Inserisci le cifre del tuo codice spedizione senza interruzioni e senza trattino (es: 000920018274, ZA123456789IT). Il servizio Cerca Spedizioni ti consente di fare anche più ricerche per volta. Ad esempio, se hai spedito cinque raccomandate e vuoi sapere se sono state consegnate ai relativi destinatari, puoi inserire insieme tutti i relativi codici, separandoli tra loro da una virgola. Fatto ciò, clicca sul bottone di destra a forma di lente di ingrandimento. Il gioco è fatto. Ora puoi sapere dove si trova la raccomandata o se è stata consegnata e la data di consegna. Il sistema, infatti, ti manderà a un’altra pagina ove ti verranno consegnati tutti i dati relativi alla spedizione. Ad esempio, se trovi scritto che:

  • la lettera è stata accettata dall’ufficio postale di … [nome città], significa che il mittente ha solo da poco spedito la busta;
  • la lettera è in giacenza presso l’ufficio postale di … [nome città], significa che la busta ha già fatto il viaggio verso la città di destinazione e che, in quel momento, è depositata presso il magazzino in attesa che il postino la consegni al destinatario;
  • la lettera è stata consegnata dal portalettere in data …, significa che la raccomandata è arrivata al destinatario e quest’ultimo – o altro soggetto da lui delegato al ritiro della posta – l’ha ritirata.

Che valore legale ha l’attestazione di Cerca Spedizioni

Attenzione a quanto ti stiamo per dire. La stampa della pagina internet Cerca Spedizioni non può sostituire il cartoncino bianco con l’avviso di ricevimento. Solo quest’ultimo costituisce prova legale dell’arrivo della posta ed è l’unico che può essere utilizzato davanti a un giudice. Questo significa che se perdi l’avviso di ricevimento, o per un disguido postale questo non ti viene mai consegnato, non puoi limitarti a stampare la pagina web di Poste Italiane per dimostrare la spedizione e la consegna della raccomandata, ma devi chiedere il duplicato del cartoncino all’ufficio postale. Secondo la giurisprudenza [1] non serve a dimostrare la spedizione o la notifica della raccomandata neanche la stampa della pagina internet Cerca Spedizioni prelevata dal sito di Poste Italiane S.p.a.. Essa infatti non ha alcuna valenza di prova, ma ha solo una funzione informativa per l’utenza. Dunque, l’unica prova certa consentita è quella della consegna (o della tentata consegna) attestata dal postino, che è un pubblico ufficiale e, come tale, legittimato a dare fede privilegiata alle sue dichiarazioni. La stampa di uno screenshot della schermata della funzione «Cerca Spedizioni» non ha alcun valore legale e non può sostituire l’avviso di ricevimento cartaceo. Tale principio è stato affermato da numerosi giudici e, infine, anche dalla Cassazione [2]. In senso contrario si segnala una sentenza del Tar di Catanzaro [3] che ha riconosciuto il valore di prova della avvenuta consegna della raccomandata alla produzione di un estratto del sito delle Poste Italiane da cui risulta la spedizione.

Come chiedere il duplicato dell’avviso di ricevimento

Chiedere il duplicato dell’avviso di ricevimento di una raccomandata è estremamente facile, ma devi aver conservato la velina della spedizione con il codice della raccomandata. In pratica, dovrai andare di nuovo all’ufficio postale e compilare un nuovo cartoncino, come quello del primo «avviso di ricevimento». In esso dovrai inserire il codice raccomandata (presente sulla velina) sull’apposito spazio che trovi in alto a sinistra. Poi dovrai scrivere sul cartoncino stesso «Richiesta duplicato» e consegnarlo all’ufficio postale. Anche questo servizio è gratuito.

note

[1] Tar Palermo, sent. n. 622 del 6.03.2015. [2] Cass. sent. n. 19387/2012. [3] Tar Catanzaro, sent. n. 1050/2010.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI