Diritto e Fisco | Articoli

Inquilini senza contratto: possono tenere il cane?

11 luglio 2017


Inquilini senza contratto: possono tenere il cane?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 luglio 2017



Locazione non registrata in nero: se l’inquilino è irregolare, il condominio è tenuto a rispettare il suo diritto a tenere nell’appartamento un cane?

Quando il contratto di affitto non è registrato è nullo. In teoria si vive in una condizione di illegalità; in pratica lo fanno in molti. Può essere però questo un motivo per liberarsi di un inquilino scomodo perché ha un cane che abbaia notte e giorno? Quali sono le soluzioni per chi non riesce a dormire a causa dei lamenti dell’animale del vicino? Gli inquilini senza contratto possono tenere il cane? Cerchiamo di comprenderlo in questa breve scheda.

Il cane sarà anche il miglior amico dell’uomo ma sicuramente è il peggiore per i condomini. La presenza di un cane è sempre fonte di litigi tra i vicini di casa, vuoi per gli escrementi lasciati nel giardino, vuoi per i peli nell’ascensore, vuoi soprattutto per i rumori determinati dall’abbaiare quando l’animale viene lasciato da solo. Cosa si può fare in questi casi?

Il cane ha diritto ad abbaiare, e questo non lo dicono loro stessi ma anche i giudici. Se però il verso è «superiore alla normale tollerabilità», si sconfina nel civile o nel penale a seconda del numero di persone molestate. In particolare, la legge stabilisce che se il chiasso dà fastidio a gran parte del palazzo o del quartiere, il padrone può essere denunciato per disturbo alla quiete pubblica. Secondo una recente sentenza si può anche chiedere il sequestro del cane quando le abitudini di vita e di lavoro del proprietario lo portano a restare fuori di casa spesso e per lunghi periodi.

Se però l’abbaiare viene avvertito solo dai proprietari degli appartamenti più vicini a quello ove vive l’animale, non scatta più il penale ma si rimane nell’ambito dell’illecito civile e tutto ciò che si può chiedere è, al massimo, il risarcimento del danno con l’obbligo a impedire il protrarsi di tali molestie.

Dall’altro lato, il condominio non può vietare ai condomini di tenere un cane in casa. Solo un regolamento approvato all’unanimità potrebbe contenere una limitazione di questo tipo che avrebbe valore anche per i successivi acquirenti, sempre che il predetto regolamento venga trascritto nei registri immobiliari o allegato al rogito notarile.

Veniamo ora agli inquilini senza contratto: possono tenere il cane? La risposta va sempre coordinata con le norme del codice civile. Il cane è un diritto della persona che può essere rivendicato nei confronti del condominio. A tal fine i rapporti personali tra l’affittuario e il padrone di casa, o tra questi due e il fisco, sono del tutto irrilevanti. In presenza di un contratto di locazione nullo, perché non registrato, non si può impedire agli inquilini di non ospitare un animale nell’appartamento.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI