Business | Articoli

Concorso DS, DSGA, stabilizzazione: novità nella scuola

27 Gennaio 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 27 Gennaio 2017



Dal corso-concorso dirigenti scolastici, all’organico di fatto, al completamento delle immissioni: gli obiettivi sino a inizio anno scolastico.

Sarà bandito presto un nuovo corsoconcorso per dirigenti scolastici. Ma non si tratta dell’unica novità. Ecco quanto indica il ministro Fedeli al Parlamento in occasione dell’audizione di ieri.

Entro il prossimo anno immissione in ruolo completata

Entro il prossimo anno, secondo il ministro, sarà possibile completare il percorso concorsuale che ha lasciato l’amaro in bocca a molti vincitori di concorso. Il cosiddetto concorsone dunque potrebbe vedere finalmente la fine del tunnel.

Carta dei diritti e doveri degli studenti in alternanza

L’alternanza scuola lavoro andrà a regime a settembre 2017, con un percorso di formazione on-the-job obbligatorio per tutti gli studenti.

La nuova carta dei diritti e doveri dell’alternanza permetterà di definire in maniera chiara come le aziende dovranno adempiere ai percorsi formativi dei tirocinanti e come questi ultimi dovranno comportarsi nei confronti del datore di lavoro.

L’uscita del documento ufficiale è previsto in tempi brevi.

Corso – concorso a Dirigente Scolastico

Il corso-concorso dirigente scolastico vedrà probabilmente la luce per il prossimo anno scolastico. Allo studio del ministero dell’Economia e delle Finanze vi è difatti la richiesta effettuata dal Miur per indire una selezione a 1.500 posti: un volume di impiego che darebbe una mano alle scuole italiane, la cui gestione è sempre più complicata a causa del progressivo accorpamento di istituti di vario ordine e grado.

Nuova selezione anche per i Dsga

Anche per i Dirigenti Servizi Generali e Amministrativi, i Dsga, si prevede una nuova selezione, della quale tuttavia il ministro Fedeli non offre dettagli specifici.

Organico di fatto trasformato in organico di diritto

Conferma per le voci che davano in dirittura d’arrivo i percorsi di trasformazione dei posti oggi presenti nel sistema scolastico come organico di fatto, in organico di diritto: tali posizioni vedranno dunque l’assegnazione di un docente di ruolo. Si tratta di un’operazione economicamente rilevante, che potrebbe comportare una stabilizzazione di 10mila professori, ma che dovrebbe costare attorno ai 400 milioni di euro. Il ministero dell’Economia sta valutando la congruenza economica della richiesta.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI