HOME Articoli

Lo sai che? Coniugi con residenza diversa: spetta l’esenzione Imu sulla casa?

Lo sai che? Pubblicato il 16 luglio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 luglio 2017

Marito e moglie possono risiedere in Comuni diversi purché l’esenzione Imu sia goduta su un solo immobile, quello cioè che viene individuato come dimora principale.

Anche se marito e moglie hanno residenza in due Comuni diversi possono ottenere l’agevolazione fiscale sull’abitazione principale. In altre parole per non pagare l’Imu non è necessario che i coniugi abbiano la residenza nello stesso luogo; tuttavia è necessario che almeno uno due die risieda nell’immobile principale e che lo stesso venga individuato come dimora familiare. È questa l’interessante conclusione cui è intervenuta la Commissione Tributaria Regionale di Firenze con una recente sentenza [1]. Ma procediamo con ordine e vediamo come i coniugi con residenza diversa possono ottenere l’agevolazione fiscale sulla casa.

L’esenzione Imu sulla casa principale

Come noto non si paga l’Imu sui fabbricati qualificabili come abitazione principale del possessore e alle relative pertinenze. Tuttavia, se i fabbricati sono classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, l’imposta si applica con aliquota ridotta e fruendo di una detrazione dalla base imponibile.

Si considera abitazione principale l’immobile iscritto (o iscrivibile) in catasto come unica unità immobiliare in cui il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

L’esenzione Imu per i coniugi con residenza diversa

Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio dello stesso comune, le agevolazioni fiscali sull’Imu per l’abitazione principale si applicano per un solo immobile.

Se ciascuno dei due coniugi (o delle parti dell’unione civile) è proprietario di un’abitazione in cui hanno residenza anagrafica e dimorano abitualmente e queste sono ubicate in comuni diversi, possono fruire, ciascuno per la propria abitazione, delle agevolazioni per l’abitazione principale [2].

Residenza coniugi diversa: niente Imu

La sentenza in commento non fa che ribadire quanto appena detto: l’esenzione Imu sull’abitazione principale vale anche per le famiglie in cui marito e moglie abbiano residenza in Comuni diversi. Ma ciò solo purché sussistano due condizioni:

  • almeno uno dei due coniugi deve risiedere nell’abitazione principale oggetto dell’agevolazione e che la stessa deve essere individuata come dimora familiare;
  • la stessa agevolazione non può essere fruita per altro immobile di proprietà della stessa famiglia.

Non è corretta quindi la tesi che l’amministrazione a volte sostiene secondo cui l’esenzione Imu sulla prima casa spetta solo ai contribuenti che dimorano congiuntamente con i propri familiari nell’abitazione, intesa come luogo di abituale convivenza di tutta la famiglia. La legge, in realtà, non richiede a marito e moglie di avere la residenza nella stessa abitazione, bensì la previsione riguarda unicamente la circostanza di adibire lo stesso ad abitazione principale della famiglia. Resta facoltà dei componenti della medesima famiglia avere una residenza anagrafica diversa a condizione che l’abitazione venga individuata quale dimora principale della famiglia.

note

[1] Ctr Firenze sent. n. n. 1442/03/17.

[2] Circ. DF 18 maggio 2012 n. 3/DF.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. Peccato che per le coppie di fatto che stipulano contratto di convivenza, sembra non applicabile il medesimo principio

  2. Scusi non riesco a trovare il testo della sentenza del Ctr Firenze sent. n. n. 1442/03/17.
    Mi puo’ dire come entrarne in possesso?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI