HOME Articoli

Lo sai che? Lite di scarso valore? Non si compensano le spese

Lo sai che? Pubblicato il 18 luglio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 18 luglio 2017

Se si vince una causa e il valore dell’atto impugnato è scarso, la sentenza deve riconoscere il diritto alla refusione delle spese sostenute dal vincitore.

Può accadere che il cittadino impugni di fronte al giudice un atto di minimo o scarso valore: si pensi, ad esempio, ad una multa per violazione del codice della strada, oppure ad una cartella esattoriale dell’Agenzia delle entrate – Riscossione che richiede il pagamento del bollo auto per una sola annualità.

In questi casi la lite è di scarso valore, ma questo non basta per compensare le spese processuali come, invece, a volte il Giudice di pace o la Commissione tributaria stabiliscono nella sentenza che  da ragione al cittadino.

Vediamo allora perché anche in caso di lite di scarso valore è giusto riconoscere alla parte vittoriosa il diritto a vedersi pagate dalla parte soccombente  le spese che ha sostenuto per l’acquisto delle marche da bollo, per la notificazione del ricorso e per i compensi che ha corrisposto al proprio avvocato.

Lite di scarso valore: perché vanno risarcite le spese

Anche quando la lite è di scarso valore, le spese processuali devono essere pagate dalla parte che perde la causa. Infatti, prima di tutto, la parte che ha agito in giudizio ottenendo l’annullamento dell’atto impugnato ha vinto: va dunque applicato un principio generale del nostro ordinamento, secondo il quale le spese processuali sono sempre pagate da chi è sconfitto nel processo [1].

Inoltre, anche quando la lite è di scarso valore,  il principio per cui le spese processuali vanno pagate da chi perde serve ad evitare che la parte vittoriosa si trovi in una situazione di diminuzione patrimoniale: infatti, vincere la causa ma sopportare spese di marca da bollo, di notifica e di compensi di avvocato superiori al valore scarso dell’atto impugnato equivale a perdere il giudizio.

Anche quando la lite è di scarso valore, quindi, la compensazione delle spese è giustificata solo dal ricorrere di gravi ed eccezionali ragioni, che non possono essere rinvenute nel minimo valore dell’atto impugnato [2] poiché, altrimenti, si creerebbe una situazione tale che chi ha vinto il giudizio contemporaneamente lo ha anche perso, in quanto si troverebbe a pagare una cifra costituita dall’acquisto delle marche da bollo e dai compensi dell’avvocato più alta di quanto gli richiedeva di pagare l’atto annullato nel processo.

Lite di scarso valore: c’è il diritto a farsi assistere dall’avvocato

Nel caso di una lite di scarso valore, poi, la compensazione delle spese processuali non può essere stabilita dal giudice motivandola  nel senso che per questo tipo di liti la parte poteva agire in giudizio da sola, senza farsi assistere dall’avvocato, con risparmio del compenso.

Farsi assistere da un professionista legale, infatti, anche nelle liti che hanno un valore scarso od esiguo, è un diritto del cittadino a diretta rilevanza costituzionale e, dunque, non si può compensare le spese solo perché la lite ha uno scarso valore ma si è comunque deciso di farsi assistere dal proprio legale di fiducia, esercitando una facoltà prevista al massimo livello dell’ordinamento [3].

Dunque, lo scarso valore della lite non può essere motivo per non porre a carico della parte che ha perso le spese processuali: semmai, lo scarso valore della lite può servire al giudice per determinare i compensi dell’avvocato sulla base della legge professionale, la quale infatti linquida i compensi del legale in base al valore del giudizio in cui ha patrocinato.

note

[1] Art. 91 cod. proc. civ.

[2] Cass. ord. n. 11301/2015 del 01.06.2015.

[3] Cass. ord. n. 1898/12 del 02. 11. 2012.

Autore immagine: Pixabay


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI